Benvenuto !
Entra o Iscriviti gratuitamente.


Home | Archivi | Scrivi Racconti | I Più Votati | I Più Letti | Ricerca Avanzata | Contattaci/Segnalazioni Abusi | Racconti e Storie Dal Vivo

    Categorie Racconti Erotici
» Autoerotismo
» Bisex
» Confessioni
» Cuckold
» Dominazione
» Esibizionismo
» Etero
» Feticismo
» Gay
» Incesto
» Lesbo
» Orgie/Gang Bang
» Prima Volta
» Scambio Coppia
» Tradimenti
» Travestirsi

  I migliori video porno gratis

titoli descrizione    ricerca avanzata



Pubblicato : 20-12-2015 | Autore : jvanhoe
Categoria : Gay | Totale Visualizzazioni : 3100 | Votazione :


  
jvanhoe
cosa posso dire, ho avuto fin da ragazzino(12 anni) una vita piena di sesso, mi ritengo un trisessuale avendo fatto l'amore coi tre sessi, a 20 anni ero diventato una trans bellissima, procace poi sono tornato in italia e sono tornato"uomo" ho avuto ancora tantissime avventure poi con l'andare del tempo ho diminuito gradatamente la mia vita sessuale. sonmo sempre trisessuale ma a 62 anni le occasioni sono ormai quasi nulle. Con trans e uomini sono unicamente passivo con le donne mi piace essere dominato.

Quando ho visto il risultato degli esami per diplomarmi ragioniere mi sono sentito liberato da un peso enorme, 58/60, un'ottima valutazione forse aiutata dal preside di cui sono stato la troia per gli ultimi due anni; mi ha scoperto l'anno prima quando in un bagno mi stavo facendo scopare da un neo diplomato, il preside attese che colui che mi stava scopando finisse di sborrarmi nel culo poi mi prese e mi portò nel suo ufficio, mi attendevo una punizione particolare invece lui mi disse

"Per questi ultimi due anni se vuoi diplomarti con un buon voto devi diventare la mia troia, devi essere sempre pronto a soddisfarmi e da domani ti voglio con l'intimo femminile"

Per due anni mi sono fatto scopare dal preside, lui mi chiamava ed io correvo da lui e mi scopava inventando ogni volta nuove ambientazioni, ma finalmente avevo finito, presi una valigia e ci misi il minimo indispensabile, poi presi la mia auto e partii per io mare senza prenotare da nessuna parte, in autostrada abbassai i finestrini, volevo sentire l'aria in faccia, passato lo svincolo per la Cisa trovai due femmine che chiedevano un passaggio, mi fermai e le caricai col loro bagaglio, una Dusa era grande e grossa mulatta con seni enormi e un viso di una bellezza aggressiva, l'altra Carmen era  invece una bambolina dolcissima, mi chiesero di mettere un po' di musica e misi un cd di musica brasiliana intuendo la loro provenienza, Dusa mi sorrise e mi ringraziò con un bacino sulla guancia, cantammo per il resto de viaggio poi arrivammo a Riccione, fuori di una graziosa pensioncina scaricai i loro bagagli ma prima di partire Dusa mi chiese

"Ma hai già un posto dove stare?"

"No non ho prenotato da nessuna parte"

"Allora stai con noi dai, mettiamo un lettino nella nostra camera, mi farebbe piacere averti vicino"

"Accettai subito e Dusa  abbracciandomi mi baciò sulla bocca e poi pure Carmen così scaricai pure la mia valigia e insieme a loro entrai nella pensioncina, ad attenderci un uomo sui 60 anni che si dimostrò ben felice di rivedere le due brasiliane e accettò di mettere un letto nella camera delle due brasiliane.

Entrammo in camera, era grande e luminosa con bagno interno, misi a posto le mie poche cose e col permesso delle mie nuove amiche entrai in doccia, mi lavai i miei lunghi capelli castani, li risciacquai poi mi lavai il corpo e quando ero sul culo entrò in doccia Dusa che vedendomi nudo esclamò

"Mahh guardati hai un culo femminile e pure le gambe, non hai un pelo su tutto il corpo neppure nelle parti intime, sembri un bambolotto asessuale, sei gay vero? e pure intimamente femmina"

"Si lo ammetto sono gay passivo, ora no0n mi vorrete più con voi"

"mmmm al contrario ragazzino, ci fai felici invece perché sia io che Carmen siamo due trans e per di più con dei grossi cazzi"

"La guardai meravigliato, forse Dusa poteva passare per essere una trans ma Carmen lei no"

"Non ci credi, ora te lo facciamo vedere, ecco guarda il mio, ti piace?"

Il cazzo di Dusa era già più grosso del mio quando era al massimo sebbene fosse normale, mi spaventai pensandolo al massimo ma risposi

"Dusa hai un cazzo stupendo"

"Ora entro anch'io in doccia, il tuo corpo femminile mi stà eccitando vedi?"

Era vero, il cazzo si stava indurendo e sicuramente era sopra i 26cm. e molto largo,ho sentito Dusa abbracciarmi stretto e baciarmi e leccarmi tutto il collo e le orecchie, ho sentito il suo cazzo puntare il mio culo e con sua grande sorpresa penetrarmi completamente senza fatica

"Ivano ma tu hai un culo sfondato ne hai presi tanti allora"

"Vedi Dusa negli ultimi due anni di scuola ero la troia del preside, mi scopava anche 4, 5 volte al giorno, sicuramente prendeva qualcosa"

"Potevi denunciarlo"

"Fossi matto? prima di tutto aveva un cazzo come il tuo e mi mandava in estasi ogni volta che mi scopava e poi grazie a lui ho preso un bel voto"

"Sei proprio una troia allora, ma ti sei diplomato in cosa?"

"Sono ragioniere ora"

Intanto Dusa aveva iniziato a scoparmi, sentire che aveva frà le mani una troietta l'aveva eccitata ancora di più ed io ritmo con cui aveva iniziato a scoparmi si era fatto martellante, intenso io persi la testa dal godimento e dopo mugolii sommessi cominciai a mugolare sempre più ad alta voce

"siiii siii Dusa scopami scopami che bello siiiiiiii, hai un cazzo divino, scopami ogni volta che vorrai ma scopamiiiiii siiiiiiiiii"

"Certo piccola troia che ti scopo, ti scopo io e poi anche Carmen"

"Siii tutte e due siiiiii  che bello siiiiii"

"Troia hai un culo troppo bello ora ti sborro nel culo, eccola arriva, sborrooooooooooooooooooooo"

Dusa non fece in tempo a finire che già era arrivata Carmen, appena Dusa fini mi si mise davanti e gli ripulii il cazzo mentre Carmen mi aveva penetrato e cominciato a scoparmi pure lei, Carmen mi ha abbracciato e poi ci siamo baciati sulla bocca, lei era tenera dolce, gli occhi da gattina, dopo che mi ha sborrato pure lei nel culo e che io gli abbia pulito il cazzo mi hanno fatto finire la doccia poi una volta uscito Dusa mi ha chiesto

"Senti, se trovassi lavoro in questa pensioncina, il ragioniere è vicino alla pensione, tu impareresti ilo lavoro e una volta che Dario è in pensione prendi in mano tu l'amministrazione che ne dici?"

"Magari" dissi subito

"Allora è fatta perché il padrone della pensione è un mio caro amico e Dario non vede l'ora di avere un sostituto"

"Dusa dove andiamo a pranzare io ho fame"

"Bè andiamo da Pedro ilo pizzaiolo"

"Benissimo, fa una pizza divina"

"Si e lui è cotto di te"

"Chissà se troviamo anche Carlotta e Alma"

"Sicuramente, loro vanno sempre lì"

Io intanto mi ero cambiato, oltre alla mutandina avevo messo una camicia di lino rossa e un paio di short bianchi un po' lisi e un paio di sandali, una volta finito ho visto che Dusa mi stava fissando allora le chiesi il motivo

"Dusa che c'è?"

"Togliti il pantaloncino e la mutandina"

"Perché?"

"Ti do io un bel perizoma, ed un paio di pantaloncini corti aderenti al tuo culetto da troia, e il piede che misura ha?"

"41"

"Perfetto metti un paio dei miei sandali"

"Ma non ce la faccio a camminare coi tacchi, mi vuoi far cadere?"

"Se ti metti quelli col tacco di 5cm. ce la fai sicuramente"

"Come vuoi padrona"

Mi sono tolto gli shorts e la mutandina per prendere il perizoma rosa di Dusa come rosa era il pantaloncino corto e i sandali, una volta messi mi sono messo a camminare e con mia sorpresa camminavo senza problemi: eravamo pronti, io ho preso dei soldi ma Dusa mi ha fermato

"No, tu ora sei la nostra bambolina e quindi le bamboline non pagano"

Dopo 10 minuti eravamo arrivati in pizzeria Pedro ha abbracciato calorosamente le mie amiche poi mi ha guardato, fissato poi

"E questo o questa chi è?"

"Caro Pedro lei è la nostra bambolina, ci ha dato un passaggio in autostrada, sai è un neoragioniere e dalla prossima settimana lavorerà nella nostra pensione"

"Felice per voi"


Il racconto prosegue con altre puntate.




ASCOLTA E RACCONTA STORIA DAL VIVO

1 2 3 4 5
Vota questo racconto!     Insufficente
Eccellente    



Racconti più letti nella categoria Gay

fermato dalla polizia
nipote timido
finalmente pentrato da quel grosso cazzo!
una sera dal capo
Curiosità
l'uomo nero
un massaggio rilassante

Ultimi racconti nella categoria Gay



i senegalesi
doveva essere una vacanza 2
doveva essere una vacanza
Dai 20anni in poi.....
Mario
L'infermiere
Sesso gay dopo serata buca


    Racconto a Caso
Autore : ilmarito
un amico, un club il giorno di chiusura, lei e nel buio della sala....

    Pubblicità

    Statistiche
» Totale Racconti
1400
» Totale Autori
6058

Top   

Copyright 2016 - confessioniporno.com. Tutti i diritti riservati.
Questo sito è vietato ai minori di anni 18

Termini e Condizioni