Benvenuto !
Entra o Iscriviti gratuitamente.


Home | Archivi | Scrivi Racconti | I Più Votati | I Più Letti | Ricerca Avanzata | Contattaci/Segnalazioni Abusi | Racconti e Storie Dal Vivo

    Categorie Racconti Erotici
» Autoerotismo
» Bisex
» Confessioni
» Cuckold
» Dominazione
» Esibizionismo
» Etero
» Feticismo
» Gay
» Incesto
» Lesbo
» Orgie/Gang Bang
» Prima Volta
» Scambio Coppia
» Tradimenti
» Travestirsi

  I migliori video porno gratis

titoli descrizione    ricerca avanzata



Pubblicato : 27-03-2016 | Autore : jvanhoe
Categoria : Travestirsi | Totale Visualizzazioni : 1269 | Votazione :


  
jvanhoe
cosa posso dire, ho avuto fin da ragazzino(12 anni) una vita piena di sesso, mi ritengo un trisessuale avendo fatto l'amore coi tre sessi, a 20 anni ero diventato una trans bellissima, procace poi sono tornato in italia e sono tornato"uomo" ho avuto ancora tantissime avventure poi con l'andare del tempo ho diminuito gradatamente la mia vita sessuale. sonmo sempre trisessuale ma a 62 anni le occasioni sono ormai quasi nulle. Con trans e uomini sono unicamente passivo con le donne mi piace essere dominato.

Prima di tutto vorrei scusarmi per il racconto precedente chiuso in modo brusco, ma ho avuto problemi col computer.

Allora Dusa sentendomi parlare in quel modo si ingelosì fortemente e il ritmo con cui mi stava scopando divenne improvvisamente cattivo, martellante era una martello pneumatico dove la punta di questo era dentro e mi scardinava le pareti interne del mio culo, la sua amica dormiva e russava, io ero sul mio lettino e Dusa mi era venuta sopra di me, dietro le mie spalle, mi dominava fisicamente e sessualmente, ero completamente di sua proprietà, mi scopò ancora per 10 minuti e alla fine mi allagò il culo di 11 fiotti di sperma, poi si accasciò su di me, mi girò il viso e mi baciò poi mi disse

"Allora ti ho soddisfatto?"

"Dusa tu mi soddisfi sempre, ho voluto solo provocarti?"

"Tu lo sai che ti voglio bene vero?"

"Certo Dusa"

"Allora questa sera ti vesto io, da femmina provocante, voglio vedere gli occhi della gente su di te e vedere i loro cazzi inturgidirsi"

"Allora vedi che mi vuoi a letto anche con altri?"

"Guai se lo fai, tu sei solo nostra e del padrone dell'albergo, a proposito che cazzo ha?"

"Non ci crederai Dusa ma ha un cazzo favoloso anche lui, è più corto del tuo ma più largo"

"Ti ha promesso qualcosa?"

"Si certo mi assume ma vuole scoparmi almeno due volte al giorno"

"Bene allora sarai sicuramente soddisfatto, due volte lui, due volte io e...bè se si svegliai anche lei vorrà scoparti penso"

"Dai ora ci alziamo e facciamo una doccia, poi ti trucco e ti vesto, sei capace di portare le scarpe coi tacchi?"

"Si ho iniziato presto, facevo sempre la parte femminile per la mia voce acuta e per il mio corpo ambiguo"

"Bene dai andiamo"

Dusa ed io facemmo una lunga doccia poi mi portò dove aveva le sue cose femminili, mi diede un paio di calze autoreggenti nere, un perizoma di pelle sempre nero, poi mi aiutò a mettere un body nero dove aveva immesso delle finte tette della 4 misura poi un abito completamente rosso fiammante che mi copriva di un nulla il culo infine un paio di scarpe di vernice rossa con tacchi di 8cm., mi truccò il viso insistendo sui miei occhi, ero pronta ad essere vivisezionata dagli occhi dei passanti, l'amica dormiva ancora e quando anche Dusa fù pronta col suo vestito completamente nero uscimmo dall'albergo salutando il nostro amico, andammo nella discoteca vicina e ordinammo due pizze capricciose, i clienti mi squadrarono vogliosi e pure le loro femmine, Dusa mi aveva messo un abito molto provocante e pure ilo trucco era molto provocante, il pizzaiolo mi servì per prima e mentre mi fù vicino sentii la sua mano sul mio culo, allora per provocarlo gli misi la mia mano destra sulla sua patta e sentii subito un rigonfiamento molto allettante.

Per finire la  serata andammo in discoteca, ballammo sempre vicini, lei voleva controllarmi ma la discoteca era piena e le luci molto soffuse per cui mi sentii più volte abbracciata stretta, baciata e leccata sul collo, molte voci mi dissero che mi avrebbero scopata volentieri finchè ad un cetto punto mi sentii alzare l'abito e abbassare il perizoma, un cazzo vigoroso puntarmi il culo e penetrarmi, mi girai di scatto e quando vidi che era il padrone dell'albergo mi rilassai e mi lasciai scopare volentieri.

Quella sera frà Dusa ed ilo padrone dell'albergo mi scoparono 6 volte, il mio culo era diventato un lago di sperma, ero però distrutta così mi aiutarono a portarmi sul letto, mi addormentai subito felice e appagata.






ASCOLTA E RACCONTA STORIA DAL VIVO

1 2 3 4 5
Vota questo racconto!     Insufficente
Eccellente    



Racconti più letti nella categoria Travestirsi

Come una donna
Le fantasie di Susanna
I tre desideri di mia moglie (parte 3)
Due Fiche al Cinema
..sorpresa
I tre desideri di mia moglie (parte 1)
In Treno.. Prima Di Arrivare Da Mamma!

Ultimi racconti nella categoria Travestirsi



doveva essere una vacanza 5
doveva essere una vacanza 4
doveva essere una vacanza 3
Una vacanza per niente noiosa 2
Di nuovo l'amico del Liceo
L'amico del Liceo
Un regalino per uno


    Racconto a Caso
Autore : Biancaneve
Anita è la giumenta che deve essere continuamente domata. Quando la monto diventa una cavalla selvatica. Carla, invece, sembra essere una docile puledra ma che, poi, quando è a letto i suoi ormoni si scatenano trasformandola in un uragano dei sensi.

    Pubblicità

    Statistiche
» Totale Racconti
1362
» Totale Autori
681

Top   

Copyright 2016 - confessioniporno.com. Tutti i diritti riservati.
Questo sito è vietato ai minori di anni 18

Termini e Condizioni