Benvenuto !
Entra o Iscriviti gratuitamente.


Home | Archivi | Scrivi Racconti | I Più Votati | I Più Letti | Ricerca Avanzata | Contattaci/Segnalazioni Abusi | Racconti e Storie Dal Vivo

    Categorie Racconti Erotici
» Autoerotismo
» Bisex
» Confessioni
» Cuckold
» Dominazione
» Esibizionismo
» Etero
» Feticismo
» Gay
» Incesto
» Lesbo
» Orgie/Gang Bang
» Prima Volta
» Scambio Coppia
» Tradimenti
» Travestirsi

  I migliori video porno gratis

titoli descrizione    ricerca avanzata



Pubblicato : 03-02-2009 | Autore : roar69
Categoria : Gay | Totale Visualizzazioni : 81359 | Votazione :


  
roar69

quando fermai la macchina, abbassai il finestrino e uno dei due poliziotti mi invitò a scendere dall'auto, perchè dovevano fare un controllo, uno dei due entrò nella mia macchina la controllò velocemente, mi fecero aprire il portabagagli, mentre lo controllarono mi spiegarono che stavano facendo un controllo anti droga, e avrebbero perquisirmi completamente, mi fecero mettere con le mani appoggiate sul cofano della loro macchine, mi fecero divaricare le gambe, e senti che velocemente mi tastarono gli indumenti, portavo calzoncini e maglietta, quindi fecero prestissimo, pensai che la perquisizione fosse finita, quando sentii uno dei due calarmi i pantaloncini, chiesi sbalordito "ma cosa sta facendo?" e rispose "dobbiamo perquisirti molto approfonditamente" uno dei due notò che portavo il perizoma e disse all'altro "forse a lui non dispiacerà quello che stai per fargli" infastidito dalla sua frase chiesi "cosa deve farmi?" il poliziotto rispose "nelle perquisizioni anti droga si deve controllare anche l'interno del posteriore, molti la nascondono anche lì" sentii il dito di uno dei due entrarmi nel buchino dietro, lo ruotò su se stesso, poi senti che cominciò a muoverlo avanti e indietro, a me più che un controllo quello mi sembrava un ditalino a tutti gli effetti, e non era un buon segno per me, perchè il porco mi stava eccitando e se non la smetteva subito, avrei rischiato di fare una figuraccia, perchè avrei potuto incominciare a gemere di piacere, il poliziotto che assisteva alla perquisizione chiese all'altro "hai trovato niente?" e l'altro "no niente, è pulito" meno male, adesso avrebbe tolto quel ditino malefico e quel tormento era quasi finito, il suo collega sembrava poco convinto e disse "aspetta fammi provare a me voglio perquisirlo più a fondo" questa non ci voleva, adesso anche l'altro mi avrebbe messo un dito nel culo, e se me lo sditalinava pure lui, sarebbe stata dura a non fargli scoprire che il dito nel culo mi dava piacere, ma alle mie spalle stava succedendo qualche cosa di strano, sentti il mio buchino dilatarsi più del dovuto, per un semplice dito non si sarebbe dovuto allargare così tanto, infatti quello che mi stava entrando nel culo era ben più grosso di un semplice dito, capii in fretta che il porco aveva approfittato della situazione e mi stava sbattendo il suo arnese nel culo, mi voltai e mugolando chiesi "ma cosa faaaaa?" lui "ti sto perquisendo il culo più approfonditamente" questa era un'inculata, altro che perquisizione, questi due volevano divertirsi e far divertire i loro cazzi con il mio culo, l'altro intanto aveva tirato fuori il suo bastone di carne, si sedette sul cofano della macchina e me lo diede da ciucciare, il porco che mi aveva sbattuto il cazzo nel culo nel frattempo aveva iniziato a fottermi, mi chianai sul suo uccello e me lo presi in bocca, cominciai a succhiarglielo velocemente il poliziotto gemeva di piacere dicendo al suo collega "mmmmhhhhh dovresti sentire come succhia, è un pompinaro con i fiocchi" e l'altro "e tu dovresti sentire che culo accogliente, il cazzo gli balla che è una bellezza" dopo alcuni minuti decisero di cambiare posizione, quello che stavo spompinando l'uccello me lo tolse dalla bocca, mi fece sedere sul cofano dell'auto mi allargò le gambe, puntò la sua cappella gonfia sul mio pertugio, e me lo spinse dentro, cominciò a fottermi selvaggiamente, l'altro si menava l'uccello mentre assisteva alla scena, io cominciai a gemere di piacere quello che mi scopava disse "mmhhhhhh guarda come gode questa troietta, da come mi sbatteva il cazzo nel culo capii che era pronto a sborrare, diede ancora due o tre colpi tolse il cazzo dal culo, mi fecero inginocchiare sul prato e si fecero succhiare i loro cazzi, li spompinai fino a che non se ne vennero, quando sborrarono i loro schizzi mi arrivarono sul viso e sulla bocca, mi fecero bere lo sperma che mi era arrivato in bocca, i loro cazzi avevano cominciato a sgonfiarsi, i due poliziotti per dar tempo ai loro uccelli a riprendersi mi fecero sdraiare sul prato ed entrambi cominciarono a slinguazzarmi il buco del culo, mmhhhhhh due lingue che ti lavorono il buchino è fantastico, a ogni slappata mugolavo di piacere, dopo alcuni minuti uno dei due si alzo e mi porse l'uccello da succhiare, era ancora moscio e voleva che fossi io a portarglielo in tiro con la bocca, mi attaccai al suo attrezzo lo succhiai come si succhia una cannuccia, lui "ooohhhhh siiii mmmhhhhh, bravo tiramelo su, il suo cazzo ricominciò a dare segni di vita, in pochi minuti era di nuovo in erezione, era prnto a penetrarmi un'altra volta, l'altro si spostò per dare la possibilità al suo collega di sbattermi il cazzo nel culo, sentii la sua cappella gonfia appoggiarsi sul mio orifizio, cominciò a spingere e in pochi secondi il suo cazzo avanzava nel mio culo, mentre l'altro mi offrii il cazzo da succhiare, il tipo che mi aveva appena sodomizzato, iniziò a srandellarmi per bene il culo, io intanto ero impegnato con la bocca a tirare su il cazzo dell'altro, il porcone mi stava pistonando il culo a un ritmo forsennato, l'altro era pronto a entrare in azione, ma il suo collega non si spostava, prima voleva finire completamente la sua scopata, prima di sborrare mi diede due o tre colpi violentissimi di verga che mi fecero urlare dal male, poi dal cazzo gli uscì un fiume di sborra, quando tolse il cazzo avevo ancora il fiatone per quella scopata, fatta da subito a un ritmo elevatissimo, che l'altro non perse tempo, mi girò subito a pecorina, appoggiò la cappella sul mio buchino, e cominciò subito a penetrarmi, mi sembrava di essere in una catena di montaggio, finito uno avanti l'altro, anche questo fece come il suo collega, mi cavalcò da subito a un ritmo velocissimo, il mio buchino era al secondo round consecutivo fatto in modo frenetico, ma io riuscivo a godere ugualmente, anzi la seconda scopata l'avevo fatta quasi tutta urlando, il tipo diminuì il ritmo quando cominciò a sborrarmi nel culo, poi per far uscire le ultime scariche di sperma, diede qualche colpo violento di verga, quando estrasse il cazzo dal mio posteriore, rimasi a pecorina ansimante, intanto i due poliziotti si rivestirono in fretta e se ne andarono via, io mi rialzai, e me andai dopo un quarto d'ora, guardai l'orologio fecevo ancora in tempo ad andare in spiaggia, accesi la macchina e mi diressi verso il mare



ASCOLTA E RACCONTA STORIA DAL VIVO

1 2 3 4 5
Vota questo racconto!     Insufficente
Eccellente    



Racconti più letti nella categoria Gay

fermato dalla polizia
nipote timido
finalmente pentrato da quel grosso cazzo!
una sera dal capo
Curiosità
l'uomo nero
un massaggio rilassante

Ultimi racconti nella categoria Gay



i senegalesi
doveva essere una vacanza 2
doveva essere una vacanza
Dai 20anni in poi.....
Mario
L'infermiere
Sesso gay dopo serata buca


    Racconto a Caso
Autore : and55fi
Un ultimo dell'anno in famiglia terminato con pompino gratis all'aperto

    Pubblicità

    Statistiche
» Totale Racconti
1366
» Totale Autori
1548

Top   

Copyright 2016 - confessioniporno.com. Tutti i diritti riservati.
Questo sito è vietato ai minori di anni 18

Termini e Condizioni