Benvenuto !
Entra o Iscriviti gratuitamente.


Home | Archivi | Scrivi Racconti | I Più Votati | I Più Letti | Ricerca Avanzata | Contattaci/Segnalazioni Abusi | Racconti e Storie Dal Vivo

    Categorie Racconti Erotici
» Autoerotismo
» Bisex
» Confessioni
» Cuckold
» Dominazione
» Esibizionismo
» Etero
» Feticismo
» Gay
» Incesto
» Lesbo
» Orgie/Gang Bang
» Prima Volta
» Scambio Coppia
» Tradimenti
» Travestirsi

  I migliori video porno gratis

titoli descrizione    ricerca avanzata



Pubblicato : 04-10-2010 | Autore : alberto9452
Categoria : Tradimenti | Totale Visualizzazioni : 17622 | Votazione :


  
alberto9452
cuckold e bsx di natura

Questa storia che vi racconto e avvenuta diversi anni fa ma me la ricordo ancora come se fosse capitata ora.

Ero andato in vacanza con una sposata tedesca di origine Italiana ma in fase di separazione, logicamente ad insaputa del marito, che ignaro non sapeva che per esempio una volta mentre lui era di viaggio io ero ospite in casa sua e mentre stavamo giocando in salotto lui le telefonò e lei completamente nuda rispose che era sola e annoiata mentre io  in verita le leccavo la figa...mentre lei cercava di nascondere i gemiti che le provocava la mia lingua a lui...io seduto sul divano assieme a lei trovai il sistema mentre lei parlava di chiavarmela  mettendola su di me e costringendola a fare su e giù durante il colloquio per fortuna  la telefonata termino prima e cosi non sborrai mentre era al telefono se no sarebbe stato difficile dissimulare  la cosa.

Ci recammo nel sud d’italia a insaputa di lui facendoci passare per Marito e Moglie furono giorno caldissimi in tutti i sensi......siccome gia in quei tempi avevo l’hobby di fotografare le mie donne possibilmente nude e non essendoci ancora le camere digitali dovetti per forza portarle da un fotografo che avevo conosciuto con cui avevo fatto amicizia e che da buon italiano ci provava con quella che lui credeva fosse mia moglie....era un bel ragazzo e spesso incontrandolo c’erano stati degli sguardi strani...io sono bsx e forse lui lo aveva capito fatto sta che mi telefono in albergo per dirmi che le foto erano pronte ma che voleva parlarmi in privato e mi disse di andare fuori orario al suo laboratorio cosi aveva più tempo libero.

Quando andai nel primo pomeriggio mi disse che voleva discutere sulle foto perche quel tipo di foto allora non era permesso stamparlo...le chiesi come mai? Lui tirando fuori le foto dal cassetto e porgendomele disse: certo un paesaggio cosi non lo avevo mai visto! Indicandomi la prima foto dove c’era lei sdraiata a cosce aperte che mostrava senza pudore la sua figa pelosa...io cominciai a sfogliarle assieme a lui che guardandole disse: certo che tua moglie nuda e uno schianto non sai sviluppandole come mi a fatto tirare il cazzo? E cosi dicendo se lo palpò sopra i pantaloni guardandomi per vedere se guardavo quello che stava facendo? Io lo guardavo quello che sembrava essere un pacco di notevoli dimensioni mordendomi le labbra...lui capendo il mio desiderio aggiunse: ti piace fare vedere tua moglie nuda a estranei? Io timidamente risposi un si quasi sussurrato, lui dopo avere sentito la mia risposta armeggiando con la cerniera dei pantaloni si calò in un solo colpo pantaloni e mutande mostrando con orgoglio un supercazzo  gia duro e prendendo in mano le foto di mia moglie aggiunse: guarda che effetto mi fa tua moglie nuda.....? io replicai dicendole: e se lei lo vedesse sai cosa ti farebbe? e non sarebbe la sola...lui capendo l’allusione si avvicino a me e prendendomi la mano disse: visto che lei non c’è perche non soddisfi tu le mie voglie ? ti eccita vedere cosa tua moglie mi provoca? Magari sei un marito guardone? Oppure ti piace partecipare? Io quasi timidamente risposi: veramente mi piace guardare e poi prenderlo come lei...nel dare questa risposta cominciai a segarlo prima lentamente poi sentendo il suo respiro aumentare con più foga mentre lui  sempre con le foto di lei in mano diceva: si porco menami il cazzone visto che non c’è tua moglie.... e io menandoglielo le risposi: Dio comè grosso e lungo , mi piace menartelo vedendo che guardi le foto di mia moglie.....lui gemendo aggiunse: scommetto che ti piacerebbe vedere che lo ficco dentro a quel bel figone peloso di tua moglie o in quella bella bocca da pompinara che ha? Ma visto che lei non c’è fallo tu! E cosi dicendo mi mise la mano sulla testa e mi spinse verso il cazzo poi ripensandoci mi sospinse verso a un tavolo vicino si sedette sopra liberandosi dei pantaloni e mutande e spalancando le cosce aggiunse mostrando con orgoglio quel palo di carne calda e sensuale: immagina tua moglie con dentro tutto il mio cazzone? Mmmmmmm gemetti io, e lui al sentirlo aggiunse: dai fammi un pompino come me lo farebbe tua moglie? Cosi!? risposi io facendo su e giu con la bocca sul suo cazzone teso mentre lui sempre guardando le foto diceva: che maiala deve essere tua moglie farsi fotografare mentre si masturba oppure come in questa foto che ti succhia il cazzo o come in questa che si apre la figa per farsi fotografare...ho sei tu che le fai le foto per mostrarla?tutti e due risposi io smettendo un attimo di succhiarlo lui approfittando di quel attimo di pausa guardandomi in viso si levò tutto e quando fu nudo attirandomi a se disse: senti ti piacerebbe prenderlo nel culo da me sentendoti chiamare col nome di tua moglie? Come si chiama? Marina risposi...aggiungendo vuoi che faccia finta di essere lei? lui allora mi disse: dai Mary mettiti nuda a pecora che te lo sbatto nel culo......mentre mi denudavo vidi che lui guardando le foto di mia moglie si segava con forza e appena mi misi a pecora lui mi venne dietro e mi strofino la cappella gonfia tra le chiappe  dicendomi: Dai Mary apriti il culo che ti ficco il mio cazzone io ubbidiente mi aprii il buco e sentii la sua cappella appoggiarsi poi mi sentii prendere per i fianchi e dopo pochi secondi con un colpo deciso sentii più della meta di quel cazzone entrarmi in pancia.....io gemendo lo implorai di smettere ma lui invece ancora piu eccitato disse: ti piace grosso? Troia dillo.....si risposi io quasi urlando ficcamelo tutto dentro e lui mi prese in parola sbattendomi come se fossi stato Beate e mentre mi affondava la sua verga mi diceva: si cosi la sbatterei tua moglie poi aggiunse perche non me la fai chiavare? Me la porti qua con la scusa che le foto che avevi fatto non sono venute perchè avevi fatto prendere la luce alla pellicola e che qua  ci sarei io ad aiutarti...magari le gusta? Per risposta dissi: se vede il tuo cazzo sono certo che le foto le fa anche senza di me....lui aggiunse se poi le dici che sono gay  magari si sente più sicura? Non feci tempo a risponderle perchè suonarono alla porta cosi dovemmo abbandonare sul più bello il nostro gioco.

Nell’uscire mi sussurrò di fare quella cosa con mia moglie che avevamo detto.....lo salutai dicendole che avrei fatto il possibile.

Tornando in albergo dissi a mia moglie che le foto che avevo fatto non erano venute perchè la pellicola si era sovraesposta, poi aggiunsi che il fotografo che era gay a detto che se volevamo ci avrebbe aiutato lui.... Marina che da buona tedesca non a molto pudore rispose se vieni anche tu va bene... cosi mi feci premura di telefonare al fotografo per fissare la nostra visita....logicamente fuori orario di negozio.

Andammo da lui due giorni dopo e quando ci apri la porta sembrava veramente un gay si muoveva come una femmina  usava anche un tono di voce da  sembrare veramente un affemminato appena accomodati il fotografo cominciò come una checca a fare i complimenti a lei per l’abito che portava aggiungendo con indifferenza che lei era talmente bella che anche nuda sarebbe stata stupenda.....Marina parlava con lui come se fossero state vecchie amiche e quando lui le propose di indossare qualche cosa di più sexy per fare le foto lei guardandolo si apri l’abito mostrando il suo corpo avvolto in una lingerie bianca di pizzo trasparentee dicendo: perchè secondo te questa non va bene ? lui la squadro dalla testa hai piedi poi con voce da checca disse: certo sei molto sexy specie con tutti quei peli neri che ti escono da tutti i lati e avvicinandosi a lei ne afferrò un ciuffo dicendole: cara ma che foresta hai ? potresti anche non metterle le mutande sembrerebbe che le porti ugualmente di colore nero e per confermare questo gliele calò sino al ginocchio  infilandole le dita tra i peli come si fa con i cani a pelo lungo mentre lui staccandosi da lei disse: aspetta che prendo la macchina fotografica cosi facciò un primo piano a questa bella figa pelosa poi andando a prendere la macchina aggiunse: intanto spogliati! Beate mi guardò con uno sguardo che era pieno di domande...cosi senza che lei dicesse niente io le risposi : non mi dire che ti vergogni a farti fotografare nuda? E poi hai visto che tipo è il fotografo? Non credo ti metta in imbarazzo? Non questo no aggiunse lei levandosi le mutande che erano rimaste al ginocchio.

Lui torno impugnando le macchine fotografiche ma notai che si era messo ora un calzoncino corto e una canottiera  al posto dei jeans e camicia che aveva prima, si avvicino a Marina e le disse: cara siediti su quel grosso pallone e spalanca le cosce cosi faccio un primo piano alla tua gattina? Lei mi guardo per vedere se ero d’accordo e al mio assenso andò per sedersi sul grosso pallone da spiaggia rosso che però  appena appoggiò le chiappe rotolo assieme al pallone a terra e senza volere spalancò le gambe e il fotografo da buon professionista colse quel momento  poi l’aiutò a rialzarsi e la sistemo a cosce aperte sul pallone andando a mettersi a pochi centimetri dalla figa con l’obiettivo poi guardando il monitor le disse : sorellina apri il tuo fiore con le mani cosi la immortalo.....Marina senza vergogna si afferrò le grandi labbra e le spalanco mostrando il buco rosa chiedendo a lui: cosi va bene? Lui guardando nell’ monitor rispose: si ma manca di vita e poi piegandosi su di essa cominciò a leccargliela come fosse un gelato mentre il respiro di lei aumentava di ritmo il fotografo dopo averla lappata per alcuni minuti staccandosi dalla sua figa e appoggiandogli contro l’obbiettivo come se fosse un cazzo alzandosi da terra dove si era inginocchiato guardandole  decisamente la figa le disse; Mary...hai una figa meravigliosa  bella pelosa e carnosa persino a uno come me fa effetto e per dimostrare quello che aveva detto  era vero con la mano si accarezzò il pacco tastandoselo cosi da mostrare le dimensioni, lei un poco imbarazzata dalla situazione mi guardò per vedere la mia reazione ma vedendomi che guardando la scena anche io mi tastavo  si senti autorizata a dirle: perchè cosa le provoco? Lui mettendo le macchine fotografiche a terra rialzandosi si calò i pantaloncini e visto che non portava mutande misero in bella vista il cazzone gia durissimo che io conoscevo poi lui impugnianoselo disse: questo! E cosi dicendo cominciò a segarsi lei leccandosi le labbra dopo averlo guardato bene disse a lui: dio come lo hai grosso e lui menandoselo con ancora più foga le domandò a sua volta e ti piace? e prima che lei potesse rispondere aggiunse perche non ti masturbi davanti a noi? E cosi dicendo le appoggiò la cappella tra le grandi labbra in contemporanea alle dita di lei strofinandogliela mentre con le mani le levava il reggiseno appena fu caduto a terra lui le strizzo le tette poi senza pregiudizio le disse: sei un gran figone cosi nuda poi guardando a me aggiunse: ti dispiace se ti chiavo la moglie? Parlava con me come se lei non esistesse...io le risposi: no anzi se a lei piace? lui rivolto a lei chiese: vuoi il mio cazzone ? e mentre lei stava per rispondere levandosi le dita, lui lentamente spinse in avanti il baccino cosi che la cappella venne aspirata dalle grandi labbra mentre Marina sospirando in tono di scusa rispose: ma è troppo grosso ma già si spingeva in avanti per farlo entrare e difatti in pochi secondi malgrado i gemito di lei  lui la stava chiavando..

Era bellissimo vedere quel cazzone che mi ricordava un grosso serpente che si infilava sempre più in quella calda tana mentre lei sospirava e gemeva di piacere ad ogni suo affondo  per non parlare del resto del corpo che sobbalzava al ritmo dei colpi che lui infieriva le tette salivano su e giù mentre i capezzoli erano diventati duri dall’agitarsi che facevano poi improvvisamente sentii lui dirmi: caro maritino perche non ci fai le foto ? cosi dopo le guardate assieme.....? lei con una espressione libidinosa aggiuse: si caro fotografami mentre prendo in figa fino in fondo questo grosso cazzone devo immortalare il momento perchè non lo mai preso cosi grosso e lui aggiunse : magari non cosi grosso...ma grossi sicuramente perche non fa fatica a entrare...comunque mentre io scattavo foto  il cazzone entro tutto sino hai coglioni mentre Marina quasi in catalessi ripetava: cosi non fermarti me lo sento in pancia dio che bello...e lui rispondeva: ma non sperare che ti sborri dentro? Voglio che tuo marito ci fotografi mentre lo prendi in bocca e bevi la sborra!.....si anch’io lo voglio termino lei di dire.

Erano tutti sudati e io piu di tutti perchè ero ancora vestito cosi mi misi pure io nudo e con una mano facevo le foto e con l’atra mi segavo  poi vidi il fotografo sobbalzare segno che stava per venire cosi si sollevò da lei e quasi con violenza la trascinò giu dal pallone e mettendola in ginocchio le mise il pollice in bocca obbligandola ad aprire la bocca  e poi le infilo il cazzo senza nessuna dolcezza anzi come se fosse con una troia e tenendola per la nuca con entrambe le mani cominciò a scoparla in bocca dicendole: Dai zoccola prendi il mio cazzone davanti al maritino che ti fa le foto ricordo....ora ululando come un lupo sborro dicendole: ingoia la mia sborra calda bella zoccola...Marina quasi soffocata dalle dimensioni e dalla quantita gemeva anche lei mentre io facendo le foto mi chiedevo come riuscisse a prenderlo tutto io ero riuscito quasi tutto ma lei che è piu piccola di me lo a ingoiato tutto sembrava a guardare che fosse un effetto da films quel gosso cazzone sparire totalmente in quella piccola bocca...era quasi da professionista del porno come lo spompinava e lui lo capì perche quando si svuoto del tutto riprese le macchine fotografiche cosi avere tempo di riprendersi e cominciò a far mettere Marina nelle pose più porche facendola  masturbare con zucchine dita cazzi finti che improvvisamente apparvero e quando lo ebbe nuovamente duro la fece mettere a pecora sul divano  prima per un poco glielo piazzò nuovamente in bocca poi le passo dietro e la montò dal dietro mungendola come una mucca mentre la scopava le strizzava e tirava le tette dicendole: bella vaccona sei meglio di una pornostar e anche il tuo maritino non sherza voglio vedere chi dei due lo prende nel culo meglio? Lei rimase senza parole poi ripetè quello che aveva detto lui guardandomi  e io interrogato da quello sguardo risposi: ebbene si anche a me piace il cazzo  e lei quasi fosse un ordine disse: voglio vedervi ora! Il fotografo si levo da dietro di lei mi venne davanti e spingendomi la testa verso il suo cazzo disse: dai maritino fai divertire anche la tua signora...prendilo in bocca io imbarazzato ma finalmente libero guardando mia moglie presi in mano il cazzone e poi dopo averlo leccato tutto me lo infilai in bocca mentre il fotografo diceva a Marina dai ora fai tu la fotografa e lei prendendo la macchina fotografica cominciò a immortalare il pompino che stavo facendo e mi sembrava che la cosa le piacesse perchè senza che nessuno le chiedesse niente mentre scattava foto si sditalava in maniera oscena  cosi lui visto che era eccitata le disse: perche mentre lui me lo succhia tu non succhi il suo masturbandoti? Lei lo esaudi perche me lo prese in bocca mentre mostrava a lui come si sditalava poi lui rivolto a me disse: tua moglie e piu brava di te a fare i pompini...chissa quanti ne avra fatti la troia, poi stanco forse di me fece rimettere Marina a pecora e  prendendola per le spalle senza preavviso la inculò facendole urlare :basta cosi mi sfondi ma visto che lui non sembrava intenzionato a smettere dopo poco la frase cambiò in: si sfondami il culo basta che poi lo fai anche a lui indicando me che mi masturbavo e lui in tono da padrone le rispose: pensa al tuo buco di culo mignotta  che con tutte quelle foto che ti ho fatto se non le vuoi vedere in internet sino a che siete qua in vacanza dovete soddisfare amici e amiche mie poi ve le do quando partite...

Marina fece finta di arrabbiarsi e le diede dello stronzo ma a lui la cosa sembro invece eccitarlo perchè le disse: dai non fare la santarellina che ti piace il cazzo e poi mi ringrazierai perche ora telefono alla mia ragazza di venire qui e voglio fartela scopare e Marina rispose ma a me piace il cazzo e avrai anche quello poi ci lasciò e andò a telefonare dopo circa 20 minuti arrivo ua ragazza mora piccolina sui 20 anni ma molto formosa che entrando non rimase per niente scandalizzata nel vederci nudi ma notai che dopo averci guardato per un secondo a me e al fotografo  e avere parlato sotto voce con lui si avvicinò alla mia cosiddetta moglie  che stava seduta nel divano e stranamente con pudore si copriva le sue nudita  mentre con noi maschietti non lo aveva fatto neanche per un secondo, forse sarà stato per la differenza di età lei aveva circa 38 anni e la ragazzina quasi la sua metà, comunque lei si avvicinò a Marina e accarezzandole la spalla le chiese. E vero che hai gustato il cazzo del mio ragazzo? Si rispose lei in tono di sfida  e ti è piaciuto chiese la ragazza? Si riconfermo Marina aggiungendo: lo ha molto grosso e lungo mai preso cosi ! e la ragazza sempre accarezzando le spalle di lei aggiunse e ti sembra giusto? Che ti sei divertita alle mie spalle? Scusami rispose Marina in un tono sommesso e la ragazza guardandola aggiunse: mi sembra giusto ora che fai divertire anche me!? E lei sempre tenendosi coperta con le mani le sue nudità rispose e cosa devo fare ? la ragazza senza dire parola fece scivolare la sue mano sulla mano di Beate che copriva le tette e dolcemente gliela fece levare  poi cominciò a palparla e a baciarla sul collo mentre il fotografo scattava foto di continuo appena Marina si volto verso di lei la ragazza le mise la lingua in bocca e dopo un secondo visto che lei ricambiava la ragazza scese con l’altra mano verso la mano di Marina che copriva pudicamente la figa e dopo avergli dato un leggero schiaffetto sulla mano gliela levò mettendoci la sua....a questo contatto Marina spalancò le cosce per essere toccata meglio e la ragazza mise le dita tra i peli della figa appena la trovo gli ficcò dentro tre dita cominciò a sditalarla mentre la cosa piacque anche a Marina perchè mise la sua mano su quella di lei e oltre alltre tre dita di lei mise anche due sue nella propria figa era eccitante la scena e lo divento ancora di più quando la ragazza smise di sditalarla e andandole davanti le ordinò: dai nonna spogliami!... e mentre Marina ubbidiva la ragazza la palpava dicendole: però per l’età che hai le tette sono ancora sode lei le levò la camicetta la gonna  lasciandola in reggiseno e collant col buco e senza mutande cosi con sorpresa scoprimmo che la giovane era più pelosa di Marina come anche le tette erano piu grosse di quelle di lei insomma era eccitante e sembrava piacerle comandare una donna più matura di lei cosi in tono perentorio disse a mia moglie: Nonna levami i collant e leccamela..... ma appena Marina le levò il collant il fotografo fece sentire la sua voce dicendo a la ragazza: dai fai quello che ti ho detto? Allora la ragazza  prese lei per mano costringendola a sdraiarsi per terra assieme a lei poi le spinse la testa sulla sua figa mettendosi anche lei in posizione 69 cosi mentre il fotografo scattava foto loro si leccavano entranbe poi lui le suggeri di cambiare posizione cosi le fece mettere figa contro figa a forbice e le fece strusciare sembrava che le fighe si baciassero e la cosa eccitava entrambe perche tutte e due stavano a bocca aperta cosi lui mettendo la macchina fotografica sul cavalletto  con l’auto scatto  si mise col cazzo davanti al viso di Marina che glielo prese in bocca, mentre mandò me dalla ragazzina che eccitata di sfregare la sua figa con una donna piu matura di lei che oltre tutto ora succhiava quello che considerava essere il suo cazzo e prendendo il mio in bocca disse: almeno con questo respiro e io quasi per vendicare come aveva tratato Marina risposi: dai bambina fammi vedere se hai imparato ? e tappandogli il naso glielo infilai in bocca dicendole dai muovi la lingua troietta faceva fatica a spompinare con il naso tappato e questo la obbligava a staccarsi dal cazzo ogni tanti secondi cosi poi io glielo ficcavo con forza di nuovo in bocca, poi vidi il fotografo sollevare Marina e metterla contro il muro a 90º e dal dietro chiavarla  cosi io a mia volta sollevai la ragazzina e me la portai al divano in maniera che lei potesse vedere il suo ragazzo chiavare la mia cosi detta moglie  poi la stesi sul divano sollevandole le gambe  e spalancandogliele in modo osceno le spalancai la figa con le mie mani dicendole: bambina malgrado la tua giovane età hai una bella figona pelosa dimmi ti sei mai fatta fare una sega nella tua figa? No disse lei incuriosita, allora le misi un cuscino sotto la testa cosi che potesse vedere  poi per prima cosa scesi a leccagliela era bellissima la pelle ancora tesa aveva un odore stupendo di carne giovane poi mi presi il cazzo in mano le infilai dentro la figa solo la cappella e cominciai a segarmi prima lentamente poi vedendo che lei non staccava lo sguardo dalla mia mano aumentai il ritmo sino a segarmi con velocita mentre lei repirando a fatica diceva : e bellissimo sentire un uomo che se lo mena dentro di me....ma ormai volevo chiavarla cosi pur sapendo che non potevo competere col cazzo del suo ragazzo  la feci mettere a pecora e aggrappandomi alle sue tettone la chiavai e la inculai selvaggiamente sborrandole dentro avendole prima  però chiesto se prendeva la pillola?

Certo che la ragazzina prometteva bene forse sara stato per vendicarsi col ragazzo fatto sta che fu una vera porcella si fece persino pisciare in bocca

E il bello che alla fine delle vacanze mi riguardai assieme a Marina le fotografie che facemmo quel giorno…..ma non da soli ma assieme a suo marito……quello vero prima che si separassero!




ASCOLTA E RACCONTA STORIA DAL VIVO

1 2 3 4 5
Vota questo racconto!     Insufficente
Eccellente    



Racconti più letti nella categoria Tradimenti

Mia Cognata
una vicina di casa troppo curiosa
In Ufficio
l'isospettabile suocera
Tradimento al mare
Il vicino di casa
Simona

Ultimi racconti nella categoria Tradimenti



una consegna incredibile
Ancora corna per mia moglie
Una serata rovente 3
una serata rovente 2
Una serata rovente
Un dottore fantastico prima parte
il maiale parte nona


    Racconto a Caso
Autore : barbi12
esperienza sgadevole in disco.......

    Pubblicità

    Statistiche
» Totale Racconti
1405
» Totale Autori
6576

Top   

Copyright 2016 - confessioniporno.com. Tutti i diritti riservati.
Questo sito è vietato ai minori di anni 18

Termini e Condizioni