Benvenuto !
Entra o Iscriviti gratuitamente.


Home | Archivi | Scrivi Racconti | I Più Votati | I Più Letti | Ricerca Avanzata | Contattaci/Segnalazioni Abusi | Racconti e Storie Dal Vivo

    Categorie Racconti Erotici
» Autoerotismo
» Bisex
» Confessioni
» Cuckold
» Dominazione
» Esibizionismo
» Etero
» Feticismo
» Gay
» Incesto
» Lesbo
» Orgie/Gang Bang
» Prima Volta
» Scambio Coppia
» Tradimenti
» Travestirsi

  I migliori video porno gratis

titoli descrizione    ricerca avanzata



Pubblicato : 22-11-2011 | Autore : Seeker
Categoria : Feticismo | Totale Visualizzazioni : 5134 | Votazione :


  
Seeker

Dovevo andarmene. Trovare un modo.

Mi girò a pancia in giù. Ero nudo. Le mie braccia legate alla testata del letto. La mia testa affondata nel cuscino. Sentii una mano calda e lenta passarmi sulla schiena. Dalle scapole scese fino ad arrivare alla natica sinistra, che mi strinse con forza. Poi sentii un contatto umido nello stesso punto… una lingua… seguita dal morso… strinse piano, ma il respiro sulla mia pelle era forte ed eccitato. Riprese a leccarmi… con un brivido sentii la sua lingua umida passarmi sulla schiena, lenta ma inesorabile, fino alla nuca. Poi si staccò.

“Mmmh… che buon sapore che hai…”

Me lo diceva sempre, ogni volta che mi leccava. Mi assaporava, era affamata. Come ogni sera. E la cosa, mio malgrado, mi eccitava da impazzire.

Salì sul letto. Era quello il momento che temevo. Il momento in cui mi avrebbe fatto a poco a poco perdere il controllo. E lei lo sapeva.

Si sdraiò lentamente su di me. Sentii il suo corpo caldo premere con il suo peso. Era almeno il doppio del mio, già piuttosto gracile. Mi pressava con morbidezza, sentii il suo ventre caldo, la sua pelle. Ma soprattutto sentii i suoi seni. I suoi grandi, enormi seni gonfi di latte. Mi sfuggì un gemito di piacere.

“Shhhh…”

Cominciò a succhiarmi il lobo dell'orecchio. Dalla mia posizione non riuscivo a guardarla, sentivo solo il contatto delle sue grandi labbra carnose. Chiusi gli occhi. Le sentii schiudersi e rilasciare il suo respiro voglioso all'interno del mio orecchio, accompagnato dalla lenta lingua.

Mi mossi, ma lei mi bloccò premendomi ancora di più contro il letto con il suo corpo, sottolineando l'atto con un dolce “no” di rimprovero. Mi possedeva, ero suo, volente o nolente. Continuò a divertirsi con il mio orecchio, mentre io sentivo la mia erezione pulsare dolorosamente contro la superficie soffice sotto di me.

Ad un certo punto l'orecchio dovette perdere di attrattiva. Alzò la testa e si puntellò con i gomiti ai lati del mio corpo. Sentii la pressione dei suoi seni sulla mia schiena diminuire un po'... e poi aumentare pesantemente e senza pietà. Scesero premendo lungo il mio corpo fino alle natiche, e poi tornarono su. Poi me li ripassò sulle scapole, schiacciandoli e scese di nuovo. Poi di nuovo su...

“Ah... Ti piace, vero Andrew...? Ti sono sempre piaciute le mie mozzarelle...”

Si, mi piaceva da impazzire. Mi stava spalmando sulla schiena le sue grasse tette piene di latte... Ero lì, nella sua camera, nudo e legato al suo letto, alla sua mercé, la sua preda... e lei mi passava le sue enormi mammelle lungo tutto il corpo, premendo, affermando il suo possesso, la sua superiorità. Le sentivo, calde, morbide, grasse, grandi, pressarmi lente e inesorabili sulla schiena. Su e giù. Avanti e indietro.

Dovevano essere davvero gonfie, perché cominciai a sentire un liquido caldo distendersi sulla mia pelle.. la pressione aveva fatto uscire il latte, ed ora sia la mia schiena che le sue tette erano umide ed odorose... Potevo impazzire... Non avrei resistito a lungo...

All'improvviso si fermò. Annusò il mio corpo e iniziò a leccare, lentamente, mugolando di piacere. Ogni tanto cantilenava dolcemente:

“mmh... latte latte latte... mmh...”

Già, il latte... il suo latte... era colpa di quello se adesso mi trovavo lì...




ASCOLTA E RACCONTA STORIA DAL VIVO

1 2 3 4 5
Vota questo racconto!     Insufficente
Eccellente    



Racconti più letti nella categoria Feticismo

Desiderio morboso di mia zia
Le calze di mia suocera
Quando rientravo dalla palestra
Le pulizie
Sogni a righe.Confessioni di un feticista dei piedi.Episodio 1
Il latte di Charlotte (parte 1)
scopata extrema

Ultimi racconti nella categoria Feticismo



Io e C.
I piedi del mio amico cinese (2a parte)
I piedi del mio amico cinese
Lui si eccita mentre mi bacio i piedi
Esperimento Fetish
Il pervertito della stanza accanto (saliva sui miei piedi)
scopata extrema


    Racconto a Caso
Autore : alessiapuledra
Essere donna in pubblico

    Pubblicità

    Statistiche
» Totale Racconti
1391
» Totale Autori
4388

Top   

Copyright 2016 - confessioniporno.com. Tutti i diritti riservati.
Questo sito è vietato ai minori di anni 18

Termini e Condizioni