Benvenuto !
Entra o Iscriviti gratuitamente.


Home | Archivi | Scrivi Racconti | I Più Votati | I Più Letti | Ricerca Avanzata | Contattaci/Segnalazioni Abusi | Racconti e Storie Dal Vivo

    Categorie Racconti Erotici
» Autoerotismo
» Bisex
» Confessioni
» Cuckold
» Dominazione
» Esibizionismo
» Etero
» Feticismo
» Gay
» Incesto
» Lesbo
» Orgie/Gang Bang
» Prima Volta
» Scambio Coppia
» Tradimenti
» Travestirsi

  I migliori video porno gratis

titoli descrizione    ricerca avanzata



Pubblicato : 06-12-2010 | Autore : boredemo
Categoria : Orgie/Gang Bang | Totale Visualizzazioni : 12193 | Votazione :


  
boredemo

A differenza dei racconti che ho scritto fino ad ora questo non è mai successo. è solo uno sfogo di quella che alcuni definirebbero una "mente malata" o "perversa"... Ma alla fine... Chi non ha un sogno erotico??
 
Ero appena tornata da scuola quel giorno, un giorno come molti altri. Come di consuetudine arrivai a casa dove ad aspettarmi (o quasi...) per pranzo c'era solo mio fratello. Arrivata a casa salutai, dall'ingresso, ma non ebbi risposta. Tuttavia sapevo che mio fratello era a casa perché avevo notato il suo scooter in giardino. Lasciai la mia roba in camera mia ed andai in cucina, nell'intento di cucinare qualcosa.
Aprii il frigo e notai che di cose fattibili ce ne erano ben poche. Rimasi indecisa, incerta tra due possibili pietanze, sicché andai davanti alla stanza di mio fratello per chiedergli consiglio. "Toc! Toc!" Diedi due colpi sulla porta:"Giovanni, sei li?? Eih! Aprimi la porta, devo farti una domanda." Attesi, ma non ebbi nuovamente risposta:"Al diavolo!" penasai ed entrai lo stesso.
Li rimasi scioccata nel vedere mio fratello, mentre stava ascoltando musica (e infatti non mi aveva sentito) con in mano il suo grosso cazzo, mentre si stava sparando una sega. "Ma... Ma che diavolo stai facendo tu??" Gli chiesi scossa. "Ecco... Io... Che ci fai qui tu, invece??" Ribattè... Rimasimo la per un paio di secondi a guardarci quando il suo membro, dopo essere stato massacrato da lui prima, esplose in una pioggia di sperma caldo, proprio davanti ai miei increduli occhi!
Scossa uscii dalla stanza.
 
Durante il pranzo non parlammo, eravamo alquanto imbarazzati. Dunque rimanemmo per venti minuti l'uno di fronte all'altro mangiando nel più totale silenzio. A fine pranzo decisi che la cosa migliore sarebbe stata alleggerire in qualche modo la tensione, così, mi alzai mi diressi davanti alla porta e, prima di uscire, mi voltai verso di lui e gli dissi:"Ah... Comunque... Hai proprio un bel cazzo, lo sai?" MI girai e me ne andai.
 
La sera, dopo aver passato tutto il pomeriggio pensando al suo bastone, decisi di andarmi a fare una doccia, anche perchè il caldo estivo mi stava soffocando. Mi ero messa nuda nel tragitto da camera mia al bagno, perché tanto mio fratello era in camera sua che studiava con un suo amico. Aprii l'acqua e attesi che si scaldasse. Mi misi davanti allo specchio ad ammirare il mio corpo nuda (che per mia fortuna è un bel corpo) e mi misi a toccarmi, dolcemente, delicatamente. Sapevo che avrei dovuto sfogare la mia ossessione per l'immagine di quel cazzo galattico e... Alla fine mi sembrava la cosa migliore! Andai avanti a stuzzicare il clitoride finché non vidi i vetri della doccia appannarsi alle mie spalle. Entrai e continuai a masturbarmi sotto l'acqua che scorreva sul mio corpo eccitatissimo. Ogni volta che vedevo il vetro appannarsi lo ripulivo, volevo vedere la mia immagine nell'atto della masturbazione, riflessa sullo specchio del bagno.
 
Ad un tratto entrò l'amico di mio fratello che ormai aveva già i jeans sbottonati. Mi vide lì... Con le dita immerse totalmente nella mia figa. Io vidi lui... Con le mani immerse nel suo pacco che ormai voleva uscire. "Oddio... S... Scusami... Io... Io volevo solo..."... Era imbarazzatissimo, non riusciva a muoversi. Ripresi a sditalinarmi con una naturalezza incredibile "Vieni qui." Gli dissi maliziosa e super eccitata "Ho bisogno di quello ora." Lui si avvicinò a me, mentre si abbassava e si sfilava i pantaloni. Entro in doccia, si bagno ovunque, e dalla sua maglietta mostrava i suoi addominali scolpiti nel marmo. Mi prese da dietro, stringendomi le tette che nel frattempo mi stavo insaponando. Sentivo il suo cazzo battermi sulla schiena. Sentivo il suo cazzo che implorava.
Mi inginocchiai, davanti al suo cazzo massiccio, un pò corto, ma molto grosso. Iniziai ad insaponarlo ovunque, passavo le mani su tutto il suo corpo, mentre vedevo il suo membro raggiungere dimensioni sempre nuove e pulsare come un pazzo.
Presi così il suo cazzo tra le mie tette, e iniziai ad andare su e giù, su e giù (Non mi sentirete mai parlare di spagnole durante un mio racconto... Perché per mia sfortuna non ho delle tette molto grandi. Però... Dai, questa è una mia fantasia... Concedetemelo!), lo sentivo fremere, mugolare di piacere. Così presi con una mano il cazzo e con l'altra una mia tetta e gli sbattei contro. Ero eccitatissima!
Finalmente decisi che era arrivato il momento di prendere il suo delizioso membro in bocca (amo... Amo far bocchini) e, essendo abbastanza spesso, dovetti allargare molto la bocca per farlo passare. Nel frattempo, con la mano ormai colma di bollicine e sapone avevo ripreso sditalinarmi con foga. Era stupendo. Così mi alzai, strusciai la mano sui suoi meravigliosi pettorali e, con la bocca piena del suo stesso sperma, me lo limonai con una ferocia inaudita. Lo sperma usciva dalle nostre bocche e le lingue danzavano. Così mi girai e, ondeggiando con il sedere aspettai l'ingresso del suo missile.
 
Dopo una lunga penetrazione nel mio "lato B" uscimmo dalla doccia. Lui si distese sul tappeto del bagno e io mi inginocchiai sopra di lui. Prendemmo dell'olio, di mia madre, e ce lo spalmammo addosso. Era stupendo vedere il suo grosso membro e i suoi marmorei pettorali risplendere nell'olio! Iniziai quindi a cavalcarlo di brutto, urlavamo. Eravamo nel pieno del godimento!
 
"Ma che cazzo fai? Ti stai facendo un segone in quel b... Ommioddio!!" Entrò mio fratello che rimase scandalizzato nel vederci. "Ma... Quella è mia sorella! Che diavolo stai facendo??" Francesco (l'amico di mio fratello) era dannatamente intimorito, ma io,senza fermare la cavalcata, misi una mano sul pacco di mio fratello:"Eddai... Sarò tua sorella, ma tu ti stai eccitando lo stesso." gli dissi con una gran voce da porcona mentre gli sfilavo lentamente i pantaloni. "Guarda come lo hai duro! Vuoi unirti?" Gli sorrisi. Lui mi prese per mano e mi portò fuori dal bagno mentre l'altro cercava di scusarsi con mio fratello. Invece scoprì che mi aveva trascinato in camera e, dopo avermi distesa sul letto, mi legò con delle manette di pelo le mani e i piedi. Mi saltò soprà e iniziò a cavalcare la mia figa coperta di olio mista ad umori, mentre Francesco era fermo sulla porta che lo osservava. Prese coraggio e si mise anche lui sopra di me ed iniziò a mettermi iil cazzo in bocca, con una violenza fenomenale! Dopo essere venuta più e più volte durante lo sfondamento di mio fratello gridò a Francesco:"Eih! Toglti!", lui si tolse e, dopo esseresi masturbato un attimo, mio fratello mi venne a zampilli in bocca. Si spostò in fretta e Francesco non fu da meno. Francesco poi, leccò la sborra rimasta attorno alle labbra e me la sputò tutta in bocca.
 
Io rimasi li, sodomizzata, mentre i due se ne andarono, lasciandomi incatenata a quel letto del sesso, e attesi un bis da quella coppia...



ASCOLTA E RACCONTA STORIA DAL VIVO

1 2 3 4 5
Vota questo racconto!     Insufficente
Eccellente    



Racconti più letti nella categoria Orgie/Gang Bang

La troia di tutti
giochi perversi di una giovane coppia 1
Dal fruttivendolo
Chissà  com' era il film...
Orgia nel bar
orgia improvvisata
Sorpresa!

Ultimi racconti nella categoria Orgie/Gang Bang



prima di me
Una ragazza dal carattere insospettabile
la scommessa
l'amico, il nero e....
agriturimo
in discoteca
AL CLUB


    Racconto a Caso
Autore : stellinalacarina
mamma sorpresa a fare sesso con un mio amico

    Pubblicità

    Statistiche
» Totale Racconti
1405
» Totale Autori
6576

Top   

Copyright 2016 - confessioniporno.com. Tutti i diritti riservati.
Questo sito è vietato ai minori di anni 18

Termini e Condizioni