Benvenuto !
Entra o Iscriviti gratuitamente.


Home | Archivi | Scrivi Racconti | I Più Votati | I Più Letti | Ricerca Avanzata | Contattaci/Segnalazioni Abusi | Racconti e Storie Dal Vivo

    Categorie Racconti Erotici
» Autoerotismo
» Bisex
» Confessioni
» Cuckold
» Dominazione
» Esibizionismo
» Etero
» Feticismo
» Gay
» Incesto
» Lesbo
» Orgie/Gang Bang
» Prima Volta
» Scambio Coppia
» Tradimenti
» Travestirsi

  I migliori video porno gratis

titoli descrizione    ricerca avanzata



Pubblicato : 22-02-2015 | Autore : murantico
Categoria : Etero | Totale Visualizzazioni : 2117 | Votazione :


  
murantico
fantasie sessuali-cucina-faidate-viaggi.

Fui grato per eesere stato soldato , infatti lì imparai molte cose: a gestire un archivio d'ufficio, infatti fui inviato alla fureria e così si chiama l'ufficio dove lavoravo. Poi però mi mandarono all'infermeria dove dovevo fare lavoro di ufficio: schedari, ecc. Poi un giorno, il Tenente medico mi chiese se sapevo fare iniezioni e risposi di no. Sembrava un discorso chiuso ma L'Ufficiale mi fece indossare un camice bianco e mi condusse in sala ricoveri dove c'erano militari malati. Lui fece un'intramuscolare ad uno di loro e poi mi disse che la prossima l'avrei praticata io. Rimasi allibito ma ... gli ordini non si discutono ... e così, compatendo col pensiero la mia povera vittima della mia inesperienza in merito, presi la siringa, la riempii col farmaco e feci uscire l'aria. Strofinai molto il cotone con alcool sulla natica e poi: zac! Infilai l'ago e mandai in corpo il liquido. Massaggiai poi la natica col cotone ed osservai la faccia dell'Ufficiale: il soldato mi fece i complimenti per la mia mano leggera ed il tenente si complimentò con me. Il soldato sgranò gli occhi quando seppe che io ero alla mia prima intramuscolare della mia vita militare e rinnovò gli apprezzamenti. Questo saper  fare iniezioni, unavolta concluso il servizio militare, quando ero in cerca di lavoro, feci girare la notizia che sapevo fare bene le intramuscolari e, grazie al "passaparola", divenni un prezioso ricercato da gente ammalata o sani che dovevano subire punture di vitamine o altro, guadagnandoci sopra bei soldini. Cosa ottima per un ventenne disoccupato! Ricordo che anche i bambini se le facevano fare da me senza crearmi problemi (una volta superata la prima, naturalmente, si facevano fare le seguenti senza drammi!). Passavo da giovani ad anziani e vedere bei culi di donna giovane, mi dava sempre piacevoli emozioni, però il lavoro è lavoro e finiva tutto lì. Un giorno però mi telefonò una signora che doveva fareuna cura ricostituente ed io la raggiunsi subito a casa sua, che si trovava poco distante dalla mia. La signora mi aprì la porta e rimasi abbagliato dalla sua bellezza: alta, bionda, occhi verdi, capelli raccolti a coda di cavallo, seno prorompente, fianchi sinuosi, cosce kilometriche ed un culo da favola. Mi fece accomodare in salotto dove trovai un signore che lei mi presentò come suo marito e ci accomodammo seduti. Concordai l'ora, il prezzo ela durata della cura. Dato che lei aveva già acquistato farmaco e materiale occorrente, le proposi di fare subito la prima della lunga serie. Ci dirigemmo nella camera da letto e lei, dopo avermi mostrato farmaci ed attrezzatura, andò a sdraiarsi sollevando la gonna corta e abbassando le mutandine molto sexi. Ero intento a preparare la sirigna ma con la coda dell'occhio la osservavo ed il mio povero martoriato cazzo, svettava nei calzoni in alto. Stavo per avvicinarmi al letto, quando entrò suo marito che andò a sedersi a fianco di lei. Con molti sforzi domai la mia erezione selvaggia ed iniziai a massaggiare la bellissima natica col cotone imbevuto d'alcool. Preis poi la sirigna ed infilai l'ago con un colpo secco ma leggero, tanto che la bonona non fece segni di sofferenza, non emise lamenti. Estratto l'ago la massaggiai a lungo e poi dovetti smettere la piacevole, per me, operazione. Lei si complimentò con me per non aver provato un minimo di dolore fisico ed anche il marito fu soddisfato nel vederla serena. La cosa si ripeté per alcuni giorni, poi, un pomeriggio, la biondona mi telefonò per chiedermi di passare da lei al mattino e non più il pomeriggio. Al mattino dopo, andai da lei che mi accolse con un sorrisone e volle offrirmi un caffè. Metre aspettavamo di prendere il caff, lei mi fece mille domande: se ero fidanzato o solo, che lavoro svolgevo, ecc., ecc., poi alla fine tagliò corto ed andò al dunque, insomma si meravigliò che, pur essendo rimasti sempre soli in camera, dato che il marito, a parte la prima volta, non era più presente alla puntura ed io non avevo neanche sfiorato con un dito il suo culo che riteneva bello. Io le confessai che la mano non gliela avrei messa solo sul suo culo ma dappertutto. Lei si mise a ridere ed io, senza esitare mi alzai dalla sedia e le andai a fianco, carezzandola sui capelli per poi scendere sui seni prorompenti. Lei si alzò in piedi e mi abbracciò stringendomi forte e chiedendomi di farle vivere i suoi quarant'anni da donna deiderosa di amore, sesso. A sentirla parlare così il mio cazzo svettò ed io le presi la mano e la mis sopra la mia erezione. Lei mi spogliò completamente, poi si spoglioò anche lei e ci andammo a sdraiare sul lettone che ci accolse per più di due ore. Non sò più quante volte la potetti possedere sessualmente: glielo misi in bocca, in fica, in culo, fino ad esaurimento delle energie di ventenne. Poi le feci l'iniezione e quel gioco durò per un mese, poi la terapia terminò e, quando andai a farmi pagare dal marito, lei mi ringraziò di tutto e mi diede l'indirizzo di una sua amica bisognosa del mio intervento. La salutai ed il marito m'accompagnò alla porta. Tornato a casa, chiamai subito l'amica della biondona che si chiamava Teresa e mi presentai dicendo che Teresa, appunto, mi aveva dato il suo numero per la cura necessaria. Stabilimmo l'appuntamento ed il giorno dopo andai da lei: Lei si chiamava Carla: una rossa da schianto, una superfiga! Prendemmo un caffè, poi lei m'invitò a seguirla in camera da letto dove c'era il necessario per la puntura. Io, viste le fiale da usare, mi misi a preparare la siringa e mi voltai poi verso il letto: la trovai col sedere scoperto e con calza retate bianche da fare smuovere qualsiasi cazzo anche impotente. La avvicinai e le praticai l'iniezione. Anche lei mi ringraziò per non averle fato sentire dolore. Quando mi diressi al comò per posare la siringa, sentii fruscio di abiti e dopo che mi girai verso lai, la trovai completamente nuda: Rimasi senza parole ma lei mi precedette:" Teresa mi ha racconatao tutto ed io ho sentito la necessità di una cura ricostituente e di tutto quello che avete fatto tu e lei: mio marito, come il marito di Teresa, mi scopa una volta al mese ma io prenderei cazzi tutti i giorni, quindi, giovanotto, se non ti faccio schifo, datti da fare!" Caspita pensai e nonme lo feci ripetere due volte ma le saltai letteralmente sopra e le infilai il cazzo super infuocato tra le cosce, infilandole la lingua in bocca. Lei mi strinse foret, poi prese in mano il aczzo e se lo mise in bocca. Dopo un lungo bocchino, le scaricai un fiume di sborra in gola ma, subito dopo, il mio cazzo era di nuovo rigido e pronto a scoparla fino a fine energie. La scopai, inculai più volte e lei gridava di piacere. Carla me la scopai per due mesi interi ed infine, anche lì, il nuovo cornutone mi pagò per le mie prestazioni ed io ris sotto i baffi perchè mi stava pagando anche le corna che gli avevo fatto!! Che ricordi! E poi si dice che il servizio militare non serviva a nulla!!



ASCOLTA E RACCONTA STORIA DAL VIVO

1 2 3 4 5
Vota questo racconto!     Insufficente
Eccellente    



Racconti più letti nella categoria Etero

Paola e sua madre Graziella
La zia di mia moglie
La mamma del mio amico
Sodomizzata
esperienza eccitante
autostop
La madre del mio amico

Ultimi racconti nella categoria Etero



Una ragazzina cresciuta
Una consegna che difficilmente dimenticherò!
Una lontana parente
Una consegna indimenticabile
Il servizio di militare mi fu molto utile.
Un cappuccino molto apprezzato.
un olio miracoloso


    Racconto a Caso
Autore : Pigi
Il mio primo bacio, la mia prima volta, non alla sua bocca bocca ma al suo cazzo.

    Pubblicità

    Statistiche
» Totale Racconti
1363
» Totale Autori
942

Top   

Copyright 2016 - confessioniporno.com. Tutti i diritti riservati.
Questo sito è vietato ai minori di anni 18

Termini e Condizioni