Benvenuto !
Entra o Iscriviti gratuitamente.


Home | Archivi | Scrivi Racconti | I Più Votati | I Più Letti | Ricerca Avanzata | Contattaci/Segnalazioni Abusi | Racconti e Storie Dal Vivo

    Categorie Racconti Erotici
» Autoerotismo
» Bisex
» Confessioni
» Cuckold
» Dominazione
» Esibizionismo
» Etero
» Feticismo
» Gay
» Incesto
» Lesbo
» Orgie/Gang Bang
» Prima Volta
» Scambio Coppia
» Tradimenti
» Travestirsi

  I migliori video porno gratis

titoli descrizione    ricerca avanzata



Pubblicato : 27-10-2008 | Autore : anita
Categoria : Prima Volta | Totale Visualizzazioni : 26572 | Votazione :


  
anita

Alle 19 puntuale, arriva Alex. Siamo amici da tantissimo tempo, amici intimi. E’ appena ritornato dalle vacanze in Brasile con Giulio e non vede l’ora di farmi vedere le foto.
Ordiniamo un paio di pizze: mi racconta dei paesaggi, della gente..delle fantastiche donne.
Finito di mangiare mi mostra le foto, lui e Giulio nella spiaggia bianca, nel villaggio turistico, un paio di foto della città e un’infinità di foto di loro due contornati da bellissime donne.
"E bravo Alex..dì la verità quanto hai scopato?" lo stuzzico sperando che mi racconti qualche particolare piccante.
"Sai Silvia, non sono tutte proprio donne". Di colpo sento l’eccitazione pervadere il mio corpo.
"Raccontami tutto dai.." lo incito "Tutto, ogni minimo particolare!"
"Devo dir la verità che le occasioni non mi sono mancate..qualche palpatina, qualche bacio ma niente di più, non l’ho mai fatto con un trans..la tentazione era tanta ed ero super eccitato, ma non so..ero in imbarazzo..non sapevo come gestire la cosa e così mi sono bloccato. Giulio invece..praticamente era sempre con loro, mi aveva anche chiamato per partecipare..mah..ora me ne pento ma in quel momento" abbassa lo sguardo come dispiaciuto e un po’ imbarazzato nel raccontarmi questi suoi sentimenti, poi riprende "Sai..sono vergine lì dietro e avevo paura che mi spaccassero..avevo paura di fare cilecca..mah"
Gli accarezzo il viso, voglio che sappia che si può fidare di me. "Dai..che magari avrai qualche altra occasione..quando meno te l’aspetti".
"Ma tu hai mai avuto rapporti anali?" mi chiede timidamente "Sì..e tu con una donna?" replico, "No, non ho mai avuto l’occasione..tanta fica ma poco culo" ride quasi imbarazzato.
"Alex non ti devi assolutamente imbarazzare con me..siamo amici da una vita no?"
"E’ vero..e poi sei stata tu a insegnarmi come far godere una donna, mi hai sverginato tu, ricordi?"
"Non ti ho sverginato del tutto" rispondo maliziosamente
"A te piace il sesso anale?" mi domanda
"Da morire.. è così stretto lì che quando inserisci dentro il pene lo avvolge e lo stringe, una volta che le pareti si abituano a questo corpo estraneo inizi a godere..ti senti piena..i brividi per la schiena. Ti muovi con il bacino perché lo vorresti sempre più dentro, tutto dentro..e sempre più forte, non ti accontentano più due colpetti..vuoi essere scopata, aperta..spaccata. L’eccitazione è tanta."
"Ma credi che un uomo possa provare lo stesso piacere?"
"Per quanto ne so sì, viene stimolata una parte nell’uomo che porta all’estrema eccitazione.. naturalmente ci vuole una preparazione adeguata per non provare dolore."
"ecco hai capito il mio timore..io ho molta paura..temo di sentire dolore, certo alle volte c'ho pensato e mi eccita la cosa..ma ho sempre temuto l'esperienza" mi confessa
"se vuoi in questo posso aiutarti io..sarò molto delicata..ti ecciterò abbastanza per farmi pregare di violare il tuo posticino segreto, non nego che un pò ti farà male..anch'io ho provato dolore la prima volta, solo perchè l'ho fatto con una persona che non era esperta"
"tu..pensi di essere in grado di non farmi sentire molto dolore?"
l'ho fatto ad altri uomini (anche se solo con le dita), e nessuno si è mai lamentato e se vuoi per il momento abituerò il culetto alle dita..e poi quando sarai pronto, sarai tu a chiedermi di +, ti va bene?
"lo sai che di te mi sono sempre fidato.. ok..sono sicuro che sarò io a chiederti di più"

Mi bacia, io ricambio con passione per l’eccitazione che provo. Il bacio è avvolgente, passionale..siamo entrambi alla ricerca di provare nuove sensazioni, è quello che ci trasmettiamo..la voglia, il desiderio di godere.
Porta le sue mani sui miei seni, li palpa..leggermente stimola i capezzoli
"Prendi in mano le mie tette, succhiale..fammi sentire quanto mi desideri" lo imploro.
Alex abbassa la bocca sul seno e inizia a succhiare i capezzoli, sono duri, eccitati.
"sii..mordili dai.." gli dico "Adoro i tuoi capezzoli, sono duri come pietra" mi risponde lui.
Io intanto sbottono i suoi jeans, il suo uccello eccitato spunta fuori dagli slip, con il pollice massaggio la cappella, la solletico. Poi libero il cazzo duro dagli slip e percorro con la mano tutta l’asta.
Lui intanto mi accarezza il culo..poi passa alla fica, fradicia dei miei umori, me la tocca.
"Lo senti quanto sono bagnata? E’ tutto merito tuo!" , esce un leggero "sii.." dalla sua bocca, sta godendo.
"Hai una fica divina" mi risponde e inizia a leccarla, la lingua si insinua dentro, fra le labbra.
"Che troia che sei!" mi dice, "mmmm..continua così..lecca..più forte..sono la tua troia preferita" mi fa godere, gli ho insegnato proprio bene penso.

Me la lecca sempre più forte, poi mi succhia il clitoride mentre un dito entra nella figa, " che buon sapore che hai" mi dice, "te lo lecco tutto..mmm..".
Io mi tocco le tette, mi piace sentirle strette nelle mie mani, sono grandi e riesco ogni tanto a dar una leccata ai capezzoli, Alex mi guarda..lo eccita vedere la scena, insiste nel leccarmi la figa, mi da dei colpetti con la lingua. "mmmm..dimmi quanto sono troia per te..dimmelo che mi eccita.." gli urlo godendo.
"Sei una grande troia..la mia troia" mi risponde "siii..continua così..".
"L’unica con una fica così bagnata" continua. "Allora fai godere la tua troia, sempre bisognosa di godere..siii..bravoo.."
"Brava troia..acconteta Alex, vieni in bocca" e così dicendo aumenta il ritmo, la lingua è tutta dentro la mi fica e non ce la faccio più "siii..ahhh..godoooo…bevi tuttoooo..siiii…beviiii"
"Siii..che bello..che buon sapore troia"
Sembro posseduta da quanto mi fa godere, da quanto mi agito.. "Vieni da me e baciami..voglio assaggiare anch’io il mio sapore"
Non se lo fa ripetere due volte e mi raggiunge baciandomi, ha tutta la bocca piena dei miei umori, io gli lecco la lingua, dentro la sua bocca e raccolgo ogni goccia del mio sapore..mi eccito di nuovo..ma questa volta voglio farlo godere io.
"Devo dire che sei stato proprio un bravo alunno..hai imparato bene come far godere una donna..magnifico, ora stenditi..voglio dare un pò di sollievo al tuo bel cazzo, me lo concedi?"
"ma certo..lo sai che il mio cazzo è tuo!" Mi risponde.
Mi precipito sopra a lui, sensualmente struscio il mio corpo sopra il suo, succhio e mordo i suoi capezzoli..lo so che gli piace, sta respirando forte. Li lecco con la lingua, li stringo con le dita..la mia mano poi scende e le mie unghie lo graffiano leggermente mentre mi strofino la fica sulla sua gamba..sono troppo eccitata. Capisce la mia esigenza e muove la gamba per farmi eccitare di più.
Gli lecco il torace, tutto attorno all’ombelico ed ecco che incontro il suo bel cazzo..quanto mi piace..è la perfezione. So che ad Alex piace quando glielo prendo solo con la bocca, senza aiutarmi con le mani..lo fa impazzire. Tengo le mani sui capezzoli e inizio a succhiare prima la cappella..la mordo leggermente.
Alex ansima "Dai succhia troia..che bocca calda che hai..mi fai impazzire..dai mettitelo dentro..cosa aspetti" mi dice, ma non lo ascolto..continuo a leccargli la cappella, poi appoggia le sue mani sulla mia testa, non resiste più. Ingoio allora tutto il suo cazzo..mugolo dal piacere e lo infilo tutto dentro, mentre lui accompagna i miei movimenti della testa con le sue mani; io lo risucchio, mi sta scopando la bocca e mi eccito sempre più.
Stringo il suo cazzo tra le labbra e lo scopo, su e giù, su e giù..dentro e fuori. "Ti piace il cazzo eh troia?mmm.." Vorrei rispondere ma mi tiene la testa ferma con le mani e mi scopa muovendo il bacino, aumenta il ritmo.. Riesco solo a gemere..godo per quello che mi sta facendo..mi piace quando mi usa così..lo guardo negli occhi per fargli capire quanto godo..i suoi dicono che mi vuole sborrare in bocca..ma questa volta lo stupirò..voglio ingoiare tutto il suo seme.
"Troia..mia troia…sto godendoooo..sto per venireee..siii..ahhhhh…vengoooo nella tua bocca da porca troia quale sei…mmm..ahhh…"
La mia bocca si riempe di violenti fiotti di sborra..tanta.. inghiotto tutto tranne una piccola parte..mi gusto il suo di sapore, tiro a lucido con la lingua il suo cazzo.
" sei fatanstica silvia una vera troia". Ora lo sarò ancor di più, mi avvicino a lui, alla sua bocca..Alex capisce le mie intenzioni da troia perversa e si scosta, gli prendo il viso tra le mani, fa un po’ di resistenza ma in realtà so che la cosa lo eccita più di me. Lo costringo a guardarmi, e con forza gli metto la lingua in bocca..le sue labbra si schiudono pian piano alla mia lingua e una volta entra me la succhia tutta, mi lecca ogni parte della bocca.
"Ti senti così porco, vero?" lo provoco
"Sì con te sì" sorride.
"Bravo porcellino", gli accarezzo i capelli, il collo..cerca di baciarmi il palmo delle mani, io continuo a sfiorare il suo viso, seguo il profilo delle sue labbra. Gli do un tenero bacio "Ti voglio bene" gli dico.
"Anch’io ti voglio bene". Mi accovaccio vicino a lui..la mia fica da troia è ancora in fiamme.
"Alex..ho ancora voglia io..sono proprio una troia" gli sorrido
"Lo sapevo già" e mi sorride
"Devo pensarci sola o mi aiuti tu?" gli chiedo
"Dimmi cosa vuoi che ti faccia"
"guardami mentre mi masturbo, e quando sarai di nuovo eccitato..raggiungimi, non te ne pentirai"
Mi siedo sulla poltrona davanti al letto, allargo le gambe, sicura che in questa posizione mi possa vedere per bene, Alex si siede al centro del letto e inizia ad accarezzarsi il cazzo. Inizio a masturbarmi il clitoride, sono di nuovo bagnata..e glielo dico, lo informo che mi fa impazzire che mi fa bagnare tutta. Lui si accarezza la cappella e il suo cazzo lentamente si riprende.
Con l’altra mano io mi infilo due dita nella fica, mi fanno gemere..respiro forte..poi aggiungo un altro dito e mi scopo così per dei minuti, per dei lunghi minuti.
"Sii..brava troia..apriti la figa..fammi vedere quant’è larga" mi urla Alex, ormai con il cazzo di nuovo duro.
Eccitata dalle sue parole, infilo un altro dito..ho bisogno proprio di godere. Mi scopo per un po’ con le dita..ma dopo un po’ non mi bastano più. Vado a prendere un cazzo finto dalla mia collezione, mi avvicino ad Alex e gli faccio vedere come lo lecco, come se fosse il suo.
"Che brava pompinara che sei.." mi dice.
Ritorno alla poltrona, appoggio la testa al bracciolo, gli offro il mio culo. Lui si avvicina per godersi la scena penso. Porto un po’ di saliva con la mano sul mio buchino, la mescolo con gli umori colati dalla mia fica e mi punto il cazzo finto, mentre Alex comincia a carezzarmi il culo. Io introduco la punta..quanto vorrei che lo sostituisse al suo..non l’abbiamo mai fatto lì, la sua mano si appoggia alla mia e l’accompagna mentre inserisco tutto il cazzo nel mio ano.
"mettimelo tutto dentro" lo supplico ansimando "Sii..prendilo tutto troia..", e con un po’ di forza me lo spinge tutto dentro.
"siii..che bellooo..bravoo..scopami ti pregoo..devo godere.."
Alex aumenta il ritmo incoraggiato dalle mie parole, lo so che non avendolo mai fatto ha paura di farmi male..ansimo per fargli capire quanto mi piace.. "Si troia prendilo tutto" " mmmm…godoooo..di più di più..più dentro, più forte…"
Mi masturbo il clitoride, la fica..sto godendo come una troia in calore.
"dai troia prendilo tutto..che bel culo spaccato avevi ragione nel dire che ti piace prenderlo sempre in culo.."
"sii..spaccamelo..così dopo potrai inserire anche il tuo dentro", gli faccio capire che è arrivato il suo momento. Mi lascia il cazzo finto dentro e si avvicina a me per farselo succhiare.
"Alex voglio il tuo cazzo..ti prego..scopami tuu..spaccami con il tuo cazzo così largo..grande..che tanto mi fa godere".
Da bravo alunno, mi toglie il dildo e pian piano appoggia la cappella..si vede che non l’ha mai fatto, è un po’ impacciato ed io non gli faccio fretta.
"bravoo..spingi con il bacino ora..non aver paura..vedrai come vieni risucchiato"
Piano piano spinge e il mio culo lo risucchia. Ansima "ahhhhh..che piacere..che stretto qui..altro che la tua fica larga.."
"siii..che bello..mi hai proprio riempita" replico.
"Troia che culo fantastico..te lo sei fatto proprio sfondare". Inizio a muovervi verso di lui, il mio culo lo avvolge tutto..lo scopo io. "Lo senti com’è caldo e più stretto della fica..ti piace eh? "
"Avevi ragione è un piacere diverso..e si vede come godi di più qui"
"Ora muoviti senza paura..come quando mi scopi alla pecorina..inizia piano così il mio buchetto si abitua alle misure del tuo grande cazzo"
Segue alle perfezione il mio insegnamento e inizia a muovere il suo bacino, a darmi dei piccoli colpi..sento il suo cazzo muoversi dentro di me..cazzo quanto sono piena.
"mmm..bravo..cosìì..ora muoviti più veloce..daii..fammi vedere come sai scopare…"
Il suo ritmo è diventato più veloce, sta godendo il maialino.
"Bravoo..cosììì..ora sbattilo tutto dentro..spaccami questo culo da troia che mi ritrovo…ahhhh…cosììì…più forte…daiiii..mmmm…bravooo..continua..che sto per venire".
I suoi colpi sono sempre più forti..quasi violenti "Tieni troia..ti spacco..ti apro tutta con il mio cazzo..siii..vengooo..ti riempio tutta…mmmm…ahhhh…eccolooo…godooooo"
"Siii riempimi tutta..voglio tutta la tua sborra..mmm…godo anch’ioooo…siiiii"
"D’ora in poi ti scoperò il culo ogni volta che vorrò troietta fantastica"
"Sarà tutto tuo il mio culo..ogni volta che ne avrai voglia"
"sono sfinito Silvia..mi hai spompato..sei proprio una gran troia"
Gli sorrido maliziosamente, era proprio quello che volevo per il mio porcellino. Ci stendiamo sul letto..mi metto a pancia in giù con il mio intestino pieno di sborra, Alex si avvicina a me anche lui a pancia in giù.
" Allora ti è piaciuto scoparmi lì dietro?" gli chiedo incuriosita, anche se conosco già la sua risposta
"Sì..è stato fantastico" mi risponde tutto entusiasta.
"Sappi che potrai scoparmi il culo quando vorrai..sarà sempre a tua disposizione" gli dico con voce roca e sensuale, mentre gli accarezzo i capelli.
"non sei curioso di provare quello che provo io?" azzardo, lui non mi risponde..ma i suoi occhi maliziosi mi fanno capire che la sua voglia è tanta. Gli accarezzo ancora i capelli, voglio trasmettergli la completa fiducia in me. "Sei stanco eh? Ti va un bel massaggio rilassante?" gli propongo, accetta volentieri.
Vado in bagno a prendere l’olio per i massaggi, sculetto tutta felice verso il bagno, lo so che mi segue con lo sguardo e mi guarda il culetto appena sfondato. Accendo lo stereo, si diffonde musica rilassante, mi siedo a cavalcioni sopra di lui, appoggio il mio sedere sopra il suo, verso un po’ di olio sulle mani, le strofino per scaldarle, verso un altro po’ di olio sulle tue spalle e sulla schiena e inizio a massaggiare: prima il collo, poi le spalle. Alex si rilassa completamente, proseguo con il torace, lo massaggio con le mani e ogni tanto con le mie tette..sono proprio peperina. Mi sposto dal suo sedere e gli faccio allargare le gambe, gli dico che dopo avrei massaggiato anche loro. Bugia! Penso tra me e me. Alex allarga le gambe fidandosi di me, gli massaggio la zona lombare, i fianchi. "Mmm..sei brava anche a massaggiare..mi sono completamente rilassato" mi dice.
Scendo poi scendo sulle cosce, inizio a massaggiare, mi chino di nuovo gli faccio sentire il mio seno, i miei capezzoli, con la lingua seguo l'interno coscia prima della gamba destra poi della sinistra le mie mani accarezzano le tue chiappe le stringono, sono sode..mmm..mi piacciono, "te le morderei". Ironicamente Alex mi chiede se mi piace il suo culo "Da morire..te lo mangerei", sorride divertito ma nello stesso tempo eccitato. Per me è un invito a pranzo, mi fiondo sul suo bel culetto e inizio a mordergli le chiappe, lo faccio con delicatezza.
Mi chiede che cosa stia facendo, c’è un tono quasi di paura nella sua voce. Non rispondo, continuo a dare dei pizzicotti alle chiappe, dei piccoli morsi, lecco come se fossero delle caramelle, le allargo e lecco il solco, dalle palle fino all’osso sacro. Alex non parla più, io continuo a leccare, la mia lingua forte stimola quella parte sconosciuta ancora per lui.
Gli piace, me ne accorgo perché muove la schiena, segno che i brividi di piacere. Voglio farlo godere e non fargli male, mai. Sempre tenendotgli le chiappe larghe con le mani, con la lingua mi soffermo sul suo buchino vergine che ha tanta voglia di godere ma paura di soffrire.
Con voce roca ed eccitata mi chiede cosa gli stia facendo, "Fra un po’ ti faccio godere tesoro", lo rassicuro. Lecco per bene il suo ano, mi soffermo un pò, cerco entrare con la lingua ma poi la ritraggo.
"vedrai cosa ti fa la tua troia.."
Riprendo a leccarlo, con la punta della lingua seguo il contorno del buchino con le dita lo tiro un pochino, mentre cerco di entra con la lingua..mmm..quanto sono eccitata..
"mmmmmmm mi fai sentire una troia" mi dice Alex, musica per le mio orecchie. "ora sei tu la mia troia:
è ora che tu goda".
A queste parole e da brava troietta allarga di più le gambe, gli sussurro di rilassarsi. Prendo l’olio ne verso un pò sul suo buchino ammorbidito dalla mia lingua, ungo anche il mio dito indice. Non ho le unghie molto lunghe, non gli farò male. Metto la punta del dito sul suo ano, continuo a massaggiare con l'altra, è rilassato completamente. Entra la punta, mi fermo. "Fermami se ti faccio male.. non voglio che sia un trauma per te, ma puro piacere." gli dico
"mmmmmmmmmm che piacere sentirlo", ero sicura che gli piacesse.
Prendo un altro pò di olio e reinserisco la punta, pian piano entro sempre di più lascio che le pareti si adeguino al mio dito "Siiiiii mi piace....voglio essere la tua troia" urla assuefatto dal piacere.
Ottimo! Gli piace..inizio a scoparlo con il dito mi muovo piano, faccio dei movimenti circolare..ormai è tutto dentro, è entrato senza fatica merito dell'olio lo faccio uscire e rientrare, uscire e rientrare..lo sento godere, metto la punta del dito medio sul buchino, e pian piano entro anche con questo dito
"GODIII TROIA..GODIIII" gli urlo piena di eccitazione "hai un culo fantastico..ecco due dita dentro..ora ti allargo per bene..così poi sarai pronto per prendere il mio dildo sono super eccitata..avevo sempre fantasticato una situazione del genere con te!" e finalmente stava accadendo.
"Sììì..sto diventando proprio una troia..ahhh..mmm..dai inculami, voglio essere come te, voglio godere come la mia troia! "
"Sai, ho acquistato un cazzo sottile, appositamente per te per sverginarti senza farti male..lo vuoi dentro di te troietta? Eh? Dimmelo..supplicarmi di incularti..dai!"
"Siii..lo voglio, sentrimi chiamare così mi rende ancora più porco..sììì sono la tua troia..inculami, ti prego."
"brava porcellina". Vado a prendere il dildo nel mio armadio, glielo porgo vicino al tuo viso. E' un cazzo di 20 cm di lunghezza, ma con un diametro di 3 cm massimo.
"Dai succhialo, fammi vedere come sei brava a fare i pompini". Si avvicina con la bocca, imitandomi quando succhio io il suo cazzo. "Guardami mentre lo fai..succhia prima la cappella poi leccalo tutto e poi scopalo con la bocca..so che sei una brava troia..dai..leccalo..succhialo, deve essere bello bagnato, così poi te lo metto tutto dentro il tuo bel culetto..".
La troia lecca bene il cazzo, da vera esperta..lo scopa con la bocca…quanto mi eccita, mi metto una mano sulla fica e mi masturbo. "Brava troia..impari velocemente. Ora voglio soddisfarti come tu hai fatto con me..mettiti a pecorina..come ti piace sempre scoparmi!" Gli sistemo un cuscino sotto la pancia in modo che il suo bel culetto sia bel esposto in alto.
"allarga con le tue mani il sedere..voglio vedere il tuo buco bello che mi chiama..bravooo com’è luccica..com'è voglioso, bramoso"
"siiii dai fottimi come ti ho fottuto io" mi implora, sembra che non veda l’ora di essere aperto. "Voglio godere come te, come una troia vera!".
Ungo il cazzo finto, appoggio la cappella sul buchino, entra subito, spingo più forte ed entrano 10 cm. Lo sento mugolare. "Ti ho fatto male?" gli chiedo preoccupata, intanto mi fermo, lascio che si abitui a questo piacevole intruso "noooooooooo è bellissimo..." e così inizia a muovere il culo per farlo entrare di più "mmmmmmm che bello mi sento pieno".
Riprendo a spingere ancora di più, sono entrati tutti i 20 cm di cazzo. "Sei sicura troia di non averlo mai preso nel culo??" lo provoco. "siiiiiiiiiiiiiiii ahhhhhh noooooooo mai preso ma è fantasticoooooooooooooooo".
E’ una favola..che spettacolo vederlo con un cazzo in culo..mmm..godo e ansimo. "Dai scopami..il mio culo è tutto tuo..aprimi!"
"sì..ora ti scopo..eccolo, sentilo tutto dentro di te..muovo il cazzo dentro come se stessi cercando qualcosa, i movimenti sono circolari e lenti poi sempre più veloci, lo ritraggo e lo reinserisco fuori e dentro fuori e dentro". Alex segue i movimenti con passione..sta godendo "ahhhhhhhhhh mi stai chiavandooooooooooooo". "Siiii..ora ti spacco il tuo bel culetto..tieniii..siii". Ogni tanto gli do un colpetto con la mano sulla chiappa
"siiiiiiiii spaccamelo lo voglio come il tuo..lo voglio tutto dentro..ahhhh..entra tutto..magnifico..ahhhh"
Ora il cazzo è tutto dentro "senti come il tuo culo lo vuole, lo risucchia..ne aveva proprio voglia e troietta?".
"siiii lo sento tutto..è stupendoo..godooo..". Glielo sbatto dentro con forza, la mano libera prende il cazzo duro e lo sega..non gliel’ho mai sentito così duro..sembra pietra. Che spettacolo. Sto godendo anch'io senza toccarmi. " Che goduriaa…è bellissimooooo…" mi urla. Sposto il cazzo finto più in basso..cerco di toccare la zona del piacere estremo: non resiste più. Urla, si dimena dal piacere "GODIII TROIAA…GODIIIII!"
"siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii vengooooooooooooooo si la tua troia godeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!"
Mi riepmpie la mano con la sua sborra..fantastico..è tanta anche questa volta..favoloso.
"Ahhhh..che godimento unico.." gode ancora. "Hai proprio un bel culo rotto" gli dico.
"Silvia, ora siamo uguali..due troie rotte in culo" mi dice sorridendo.
Io sono ancora più perversa di lei/lui, mi avvicino con la mano piena di sborra al suo viso, mi lecco la mano. "Vuoi assaggiare anche tu?" lo sfido "Una vera troia lo farebbe!". Senza farsi pregare troppo inizia a leccarmi un dito, lo stesso che stavo leccando io, lo succhia, le nostre lingue si incrociano, si scambiano il suo seme buonissimo..siamo tutte impiastricciate: Improvvisamente Alex lecca tutta la mano, preso dall’eccitazione del momento.
"Sei proprio una vera troia, hai preso tutto dalla tua insegnante" gli dico sorridendo. "E’ stata una scopata meravigliosa" " Si è stata fantastica" mi risponde d’accordo con me. "tutto merito tuo".
"Avevo ragione nel dirti che si gode tantissimo lì dietro?" gli chiedo curiosa. "Sì, avevi ragione..ero sicuro che non mi stavi mentendo". Ci baciamo ormai esausti per aver goduto tanto.




ASCOLTA E RACCONTA STORIA DAL VIVO

1 2 3 4 5
Vota questo racconto!     Insufficente
Eccellente    



Racconti più letti nella categoria Prima Volta

prima... DONNA
Una domenica al mare con mio marito
La mia prima volta
confessione porno
MATTEO, IL SUPERDOTATO DELLA SCUOLA
porca di una amica di mia mamma 50 furiosa
La sua prima volta

Ultimi racconti nella categoria Prima Volta



Una consegna dall'odore acre
fu un'opera di bene
Una suora in famiglia
La mia prima donna
zia giulia
la prima volta di monica
Una gradita ospite 3


    Racconto a Caso
Autore : MOKKO
MESE SCORSO ANDAI IN LOCALE GAY E...

    Pubblicità

    Statistiche
» Totale Racconti
1400
» Totale Autori
6046

Top   

Copyright 2016 - confessioniporno.com. Tutti i diritti riservati.
Questo sito è vietato ai minori di anni 18

Termini e Condizioni