Benvenuto !
Entra o Iscriviti gratuitamente.


Home | Archivi | Scrivi Racconti | I Più Votati | I Più Letti | Ricerca Avanzata | Contattaci/Segnalazioni Abusi | Racconti e Storie Dal Vivo

    Categorie Racconti Erotici
» Autoerotismo
» Bisex
» Confessioni
» Cuckold
» Dominazione
» Esibizionismo
» Etero
» Feticismo
» Gay
» Incesto
» Lesbo
» Orgie/Gang Bang
» Prima Volta
» Scambio Coppia
» Tradimenti
» Travestirsi

  I migliori video porno gratis

titoli descrizione    ricerca avanzata



Pubblicato : 22-10-2016 | Autore : michela48
Categoria : Confessioni | Totale Visualizzazioni : 1232 | Votazione :


  
michela48
donna ...vivace

mi svegliai il mattino dopo che lo zio era già andato in campagna
 mi alzai e sentii un dolore profondo al buchino posteriore
mi toccai con un dito
 il buchino era aperto
camminavo a fatica tenendo le gambe aperte. mi lavai con acqua fredda.
poi tornai a coricarmi
verso mezzogiorno sentii lo zio arrivare
 ancora a letto?
 ora mi alzo- risposi.
 arrivai in cucina ...sentivo ancora dolore.
 tutto bene? mi chiese
si- risposi mostrandomi sorridente
 pranzammo.
 io esco subito
 tu riposa, ma prima ho una cosa per te
 prese da un cassetto un tubetto di crema
 vieni sciocchina che ti faccio passare il dolore
mi accompagnò in camera
 mi fece stendere a pancia in giù. mi sfilò pantaloncini e mutandine
 poi cominciò a passarmi una crema sul buchetto
 è arrosato, e ancora aperto, ma non ti preoccupare questa crema fa miracoli, fatti un sonnellino e vedrai che ti passerà tutto.
sentivo dolore ma ero eccitata
 lui usci lasciandomi il culo scoperto
 mi masturbai e mi addormentai
mi svegliai verso le sette, mi feci una doccia e infilai l'accappatorio. zio Antonio rientrò
 si fece la doccia poi venne in camera mia
io di proposito avevo l'accappatoio aperto.
 cosa fai li ancora mezza nuda, vestiti che andiamo a cena.
 stesso posto
cenammo con due pescatori suoi amici, sulla sessantina
durante la cena parlarono di tutto e ogni tanto si rivolgevano a me con domande sulla mia vita.
è già una donna tua nipote- disse uno di loro.
 completamente, rispose lui
 io arrossii.
tornammo a casa e lo zio andò a dormire. ero delusa
il mattino dopo mi svegliai presto. non avevo più dolori
 stamattina vado in città per vendere i pomodori, mi disse, tu vai pure al mare, al mattino è splendido, ci vediamo a pranzo.
mi preparai, un poco delusa, misi canottiera, costume da bagno e una gonna e mi incamminai
la stradina che portava al mare era un sentierino stretto, lungo circa trecento metri, circondato da una fitta vegetazione
dopo poche decine di metri incontrai i due vecchi della sera prima. erano in piedi girati verso me che urinavano
 ciao michela. mi disse uno di loro
 vai a mare?
 si risposi affrettando il passo
 dove corri? i loro cazzi sempre fuori che pendevano dai pantaloni, non grossi come quello dello zio ma sembravano non male.
se passi da qui accorci la strada e ti facciamo vedere il nostro capanno
stavo per rispondere un no grazie quando mi presero sottobraccio, dai che non hai mai visto un capanno, mica ti mangiamo
 camminammo per una cinquantina di metri
 i loro cazzi sempre fuori che ballavano
 arrivammo ad un capanno di legno
vieni che qui si sta bene..
entrammo
 c'erano delle sedie e un tavolo. mi versarono un bicchiere di vino bianco e si misero a sedere, sempre con i cazzi in vista.
erano flosci ma erano comunque di una misura....che mi incuriosiva
allora, Antò ha detto che sei una donna completa?..e lui come fa a saperlo, glie lo hai raccontato o ha infilato la sua minchia in du culo a te
io non sapevo cosa dire.
vediamo se l'ha sparata grossa o se è vero quello che dice. a proposito, sai vero dove è tuo zio? da una signora qui in paese alla quale piace il suo pesce...e risero. mi sentii umiliata. preferiva una vecchia a me?
i due mi fecero alzare. poi mi presero la testa e mi fecero chinare sui loro uccelli. io cominciai a succhiare e questi cominciarono a indurirsi
 uno di loro aveva palle enormi e io cominciai a palparle e a tirarle
 gli piaceva..il sup cazzo palpitava nella mia bocca
poi uno di loro si spostò, si mise dietro, mi sollevò la gonna e mi sfilò il costume cominciando a leccarmi il culo. infilò un dito. sentii bruciore
stai ferma che passa. mi disse, a noi piace solo metterlo nel culo alle troiette come te
 si alzò e mi spinse con un solo colpo il cazzo nel culo
 avevo male
 vedrai che passa, tu muoviti e continua a succhiare il cazzo al mio amico.
 mi scendevano le lascrime dagli occhi ma dopo pochi minuti cominciai a godere. era strano, passavo da un orgasmo all'altro senza interruzzioni.
il vecchio mi pompò il culo per alcuni minuti . io continuavo a succhiare, con foga, il cazzo all'altro e tiravo le sue palle enormi
la sua cappella divenne enorme
il vecchio dietro mi sborrò nel culo.
 adesso tieni stretto il culo che entra il mio amico e ti riempie bene.
strinsi
 il vecchio mi tolse il cazzo di bocca e si appoggiò al culo. sentii la sua enorme cappella scivolare dentro
mentre mi inculava provocandomi un ulteriore orgasmo l'altro mi mise il cazzo in bocca. puliscilo bene che ti piace la minchia
fu il momento del secondo vecchio. spingeva il cazzo fino in fondo, sentivo benissimo la sua cappella e sentii quando cominciò a sborrarmi in pancia
quando tolse il cazzo mi disse di stringere forte.
 adesso torna a casa, ma senza gli slip, li daremo noi a tuo zio...
tornai cercando di non perdere nulla dal culo ma fu inutile
 scendeva di tutto
 corsi sotto la doccia
 poi andai aletto
 mi sentivo una puttana e non capivo se mi piaceva o no
lo zio Antonio tornò all'ora di pranzo
 in mano i miei slip
adesso mangiamo poi parliamo io e te, troia.
dopo il pranzo.....



ASCOLTA E RACCONTA STORIA DAL VIVO

1 2 3 4 5
Vota questo racconto!     Insufficente
Eccellente    



Racconti più letti nella categoria Confessioni

Il benzinaio
La padrona di casa
quel giorno che ero arrapata
da sola in casa
un super pompino a mio cognato
Prima Volta
mia suocera

Ultimi racconti nella categoria Confessioni



vacanze estive, erotiche...eccezionali!!
sadico della domenica 2
ome sono diventata quella che sono terza parte
come ho capito chosa sono prima parte
come sono diventata quello che sono ( seconda parte)
L'amico fraterno
scopata ricattatoria


    Racconto a Caso
Autore : Sexy Boy
Mia cugina,sempre piu' vogliosa...

    Pubblicità

    Statistiche
» Totale Racconti
1391
» Totale Autori
4308

Top   

Copyright 2016 - confessioniporno.com. Tutti i diritti riservati.
Questo sito è vietato ai minori di anni 18

Termini e Condizioni