Benvenuto !
Entra o Iscriviti gratuitamente.


Home | Archivi | Scrivi Racconti | I Più Votati | I Più Letti | Ricerca Avanzata | Contattaci/Segnalazioni Abusi | Racconti e Storie Dal Vivo

    Categorie Racconti Erotici
» Autoerotismo
» Bisex
» Confessioni
» Cuckold
» Dominazione
» Esibizionismo
» Etero
» Feticismo
» Gay
» Incesto
» Lesbo
» Orgie/Gang Bang
» Prima Volta
» Scambio Coppia
» Tradimenti
» Travestirsi

  I migliori video porno gratis

titoli descrizione    ricerca avanzata



Pubblicato : 27-07-2010 | Autore : hmlover
Categoria : Prima Volta | Totale Visualizzazioni : 47473 | Votazione :


  
hmlover
adoro le donne mature eleganti

La prima volta che feci sesso con una donna matura fu con , Anna

Io avevo 20 anni frequentavo l'università , ma vivevo a casa con i miei genitori ;

lei era la colf di famiglia .

Lei aveva 46 anni , divorziata , con figli autonomi , di corporatura media ma ben fatta , magra con la ciccia solo sui fianchi e glutei e una , poco probabile tinta bionda , portava i capelli sempre raccolti in una specie di crocchia, non aveva seno e di faccia non era un gran che , , tanto che mia madre pensava che fosse brutta e quindi contro tentazione , anche se fuori di casa si vestiva da troietta .

Io preso da le relazioni con le ragazzine della mia età non pensavo molto a lei , anche perché non ero spesso in casa , ma una "bottarella" gliel'avrei data lo stesso .

Non ero vergine ma mi mancava parecchia esperienza , avevo visto parecchi giornaletti porno e non vedevo l'ora di praticare , ma le ragazze giovani sono un po'capricciose.

Adoravo come si vestiva in casa nostra ; tutto l'anno indossava i grembiuli da lavoro e zoccoletti , le varianti e erano con abiti sotto o no

Più di una volta le avevo sbirciato sotto l'abitino , scorgendo particolari qua e là

La cosa che preferivo in assoluto , era quando puliva la scala di casa :

allora mi mettevo alla base e aspettavo che si chinasse per vedre tutto il panorama.

mi piaceva in mezza stagione , si vestiva con zoccoletti , collant , e abitino da lavoro , niente altro .

una mise facile per una sveltina

più di una volta dopo averle sbirciato sotto , mi ero sparato dei segoni pensando a cosa ci fosse dietro quel tassello dei collant.

Secondo mè lei sapeva benissimo ma faceva finta di nulla .


Un giorno , non avevo voglia di seguire una lezione , e rientrai prima .

A quell'ora mio padre era sempre in casa allora feci piano per non dover sentire rimproveri.

Passai silenziosamente dall'ingresso posteriore , e sentii dei rumori , mi ricordai subito che mio padre doveva riordinare degli scaffali in cantina , allora mi misi ad ascoltare .

Sentivo sbattere qua e la sportelli lui che ridacchiava ed Anna che diceva :"no non qui , c'è polvere"

Li per li , non pensai nulla di malizioso mi affacciai un poco e vidi che mio padre la strattonava , mi ritrassi subito e pensai a cosa avevo visto .

Era veramente strano tra di loro non avevo mai notato una simile confidenza , avevano solo rapporti formali . lei continuava a dire "no non voglio , adesso no"

Pensai .."boh?!"

Ad un certo punto ebbi l'impressione che ci stesse provando , fin che mio padre non disse "va beh allora questo…." , preso da estrema curiosità uscii e andai a guardare dalle finestre e vidi che lei era inginocchiata davanti a lui , non vedevo bene , ma sembrava proprio un pompino con i fiocchi !

Non ero certo di ciò che vidi ma da quel momento incominciai a osservarla in un altro modo , e li tenni sottocchio .

Lei la vedevo come una troia , ma incominciavo a desiderarla follemente mentre i loro rapporti erano sempre formali e consueti , al di sopra di ogni sospetto .

Io cominciai a pressarla con allusioni sessuali e a guardarle sotto le gonne sempre più.

Un giorno ad una mia battuta un po' troppo ardita lei mi prese da parte e mi disse :

" ma si può sapere che vuoi , non sono mica una troia, …come ti permetti ! " , ebbi un lampo di genio e le dissi "ma… io non voglio niente di più di quello che dai al vecchio" lei arrossì e si scansò sbigottita confermando i miei sospetti , allora la incalzai "sai il silenzio si paga…."

" schifoso…" mi disse "come posso..?" io le dissi "beh …" alzandole il vestitino .

mi rispose "porco .. potresti essere mio figlio!" , ma già la mia mano era tra le sue cosce .

era facile insinuarsi sotto il suo abitino da lavoro e lei cominciò anche a slacciarlo .

Li era rimasta in collant e mutandine ed io mi stavo tirando fuori l'uccello , quando me lo prese in bocca e mi fece un pompino .

Si stava divertendo ed io non riuscivo , a fare nulla , ma le esplosi in bocca .

Ero preoccupato dall'evento , le mie ex lo odiavano .. ma lei continuò imperterrita e si gustò tutto lo sperma che poteva .

Mi scusai , ma lei mi disse : "ma figurati è stato un piacere" ero galvanizzato dalla cosa e le dissi "domani mi rifaccio" mi guardo con sufficienza e torno alle sue occupazioni .


Pagine : [ 1 ] 2 3 4 5


ASCOLTA E RACCONTA STORIA DAL VIVO

1 2 3 4 5
Vota questo racconto!     Insufficente
Eccellente    



Racconti più letti nella categoria Prima Volta

prima... DONNA
Una domenica al mare con mio marito
La mia prima volta
confessione porno
MATTEO, IL SUPERDOTATO DELLA SCUOLA
porca di una amica di mia mamma 50 furiosa
La sua prima volta

Ultimi racconti nella categoria Prima Volta



Una consegna dall'odore acre
fu un'opera di bene
Una suora in famiglia
La mia prima donna
zia giulia
la prima volta di monica
Una gradita ospite 3


    Racconto a Caso
Autore : poporno
Stavo male, ma non lo sarei stato ancora per molto..

    Pubblicità

    Statistiche
» Totale Racconti
1400
» Totale Autori
6046

Top   

Copyright 2016 - confessioniporno.com. Tutti i diritti riservati.
Questo sito è vietato ai minori di anni 18

Termini e Condizioni