Benvenuto !
Entra o Iscriviti gratuitamente.


Home | Archivi | Scrivi Racconti | I Più Votati | I Più Letti | Ricerca Avanzata | Contattaci/Segnalazioni Abusi | Racconti e Storie Dal Vivo

    Categorie Racconti Erotici
» Autoerotismo
» Bisex
» Confessioni
» Cuckold
» Dominazione
» Esibizionismo
» Etero
» Feticismo
» Gay
» Incesto
» Lesbo
» Orgie/Gang Bang
» Prima Volta
» Scambio Coppia
» Tradimenti
» Travestirsi

  I migliori video porno gratis

titoli descrizione    ricerca avanzata



Pubblicato : 25-08-2013 | Autore : and55fi
Categoria : Feticismo | Totale Visualizzazioni : 3701 | Votazione :


  
and55fi
Tifoso di calcio, e amante del piacere con sesso disinibito anche un po' guardone

 Anche questa volta sarò io a raccontare quello che nel lontano 1978 successe a me ed al mio fidanzato Andrea ora mio marito. Io Rossella ero una bella morettina, capelli lunghi lisci che arrivavano a metà schiena, tette piccole ma sode ed un bel culetto. Il fatto voglio raccontarlo perchè è una cosa che non è più successa ma che tutt'oggi ripensandoci ci eccitato moltissimo. Quell'estate decidemmo di trascorre il periodo di ferie del mio fidanzato in un paesino sull'appennino tra l'Emilia e la Toscana. Più che un paese era una borgata sulla strada statale che da Firenze porta a Bologna. Eravamo andati lì perchè la mia famiglia conosceva una persona (Luigi) che aveva in quel posto una casa nella quale passava le vacanze con la moglie, e così chiedemmo se potevamo andare per una quindicina di giorni, lui ci disse che la casa era vuota, ma la moglie non aveva piacere di prestarla o affittarla, ma che poteva concederci anche gratis la parte bassa della casa, composta da un ingresso, camera e cucina, praticamente un mini appartamento che loro non usavano quasi mai. Fissammo con l'uomo, una persona di 65 anni, basso, tarchiatello, con pancia e con pochi capelli, quasi pelato. Arrivammo sul luogo la mattina di un Sabato, lui ci fece vedere i locali e disse che potevamo stare quanto ci pareva e gratis, noi però decidemmo di pagarlo lo stesso dandogli un acconto, non volevamo approfittarne, lui accettò e disse che quella notte avrebbe dormito nell'appartamento sopra di noi e poi sarebbe ripartito per raggiungere la moglie. La villettina come dicevo era composta dalla parte alta che dava sulla strada e quella bassa con ingresso dal dietro che dava su un giardino di sua proprietà. Ci sistemammo con la nostra poca roba e poi dopo uno spuntino, causa l'eccitazione per essere soli in un appartamento, abbiamo incominciato ad amoreggiare sul letto. completamente nudi Andrea mi stava ciucciando i capezzoli che erano diventati duri e turgidi, la mia fica si bagnava ed io gli stavo facendo un bel segone, poi mi sono abbassata sul suo cazzo ed ho incominciato a spompinarlo, lui intanto mi leccava la fica dopo avermi aperto le grandi labbra, insomma facevamo un bel 69, come si dice in gergo, io pompavo e lui beveva la mia sbroda, ho sempre avuto una fica che si bagna moltissimo, era un susseguirsi di gemiti e godimento, volevamo che il piacere durasse più a lungo. Ad un certo punto ormai presi dal piacere, mi sono accorta della presenza di qualcuno fuori dalla finestra che dava nel giardino, me ne sono fregata, Andrea non si era accorto di nulla tanto era preso dalla mia fica che colava sbroda di continuo. Io spompinavo alla grande e ero eccitata dalla presenza di quell'uomo. Poi visto che l'uomo si faceva sempre più intraprendente, sono riuscita ha capire chi era, l'ho visto in viso, era Luigi il proprietario della casa, ormai era completamente attaccato al vetro della finestra, ora lo vedevo bene e lui capendo la situazione mi mostrava la lingua e dai movimenti si capiva che si masturbava. A quel punto anche Andrea se ne era accorto e la cosa ci piaceva un casino, mi sono staccata dal cazzo di mio marito e alzandomi mi sono mostrata bella nuda a Luigi, a quel punto senza più remore stava sempre più visibile ai nostri occhi, con la lingua fuori ed il cazzo in mano, almeno si poteva immaginare dai suoi movimenti sempre più frenetici. Io ero montata sul cazzo di andrea lui disteso sul letto ed io sopra di lui che me lo beccavo tutto dentro, rivolta verso la finestra. Le tette ballavano ed il cazzo entrava ed usciva in un continuo su e giù. Poi quando ho capito che andrea stava per venire, mi sono alzata e ho cominciato a spompinarlo dopo neanche un minuto mi ha schizzato in bocca gemendo dal piacere, io da brava troia lo preso tutto, poi rivolta verso la finestra ho aperto la bocca per far vedere a Luigi la sbroda che mi colava sul mento e dopo ho inghiottito tutto. Nel frattempo ero venuta anch'io, bagnando tutto il lenzuolo, poi ci siamo accasciati sul letto. E' a quel punto che abbiamo sentito aprire la porta di casa, molto probabilmente Luigi aveva una copia delle chiavi, e in men che non si dica è entrato in camera, noi siamo rimasti immobili, nudi sul letto, lui con gli occhi fuori dalle orbite, si è spogliato in fretta e furia, il suo cazzo ora visibile non era molto lungo, forse sui 16-18cm, ma grosso di diametro, molto più grosso di quello di Andrea ed una cappellona rosso fuoco con delle palle pelose e grosse, si è avvicinato a noi, io ho cercato di coprirmi, ma lui, prendendo una scopa li vicino, ha detto, fermi brutti porci, mi avete arrapato ed ora fate i bravi e tutto quello che vi dico, se no...questa scopa te la infilo in culo bella troia. Andrea è rimasto immobile sul letto, ma eccitato visto che il suo cazzo si stava rizzando di nuovo, io ferma, Luigi posando la scopa ha tirato via il lenzuolo e avvicinando il cazzo al mio viso, mi ha preso la testa e me lo ha sbattuto in faccia, io all'inizio ero ferma, aveva un odore di sbroda, molto probabilmente era quasi venuto, poi forzandomi mi ha infilato la cappellona in bocca, riuscivo a fatica a prenderla, sbavavo per la grossezza, poi con un colpo secco me lo ha infilato tutto, io soffocavo, e lui sempre più eccitato mi obbligava in un continuo su e giù, colava bava dalla mia bocca, nel frattempo con l'altra mano mi allrgava la fica sempre più bagnata, me l'allargava con le sue grosse dita, 1,2,3, dita dentro e la zoccola si bagnava sempre di più, Andrea era estasiato, gli piaceva fare il guardone e vedere come mi trattava da puttana il vecchio porco e se lo menava, poi quando pensavo che volesse venire è uscito, io ho ripreso fiato ed ho sputato saliva e qualcos'altro in terra. Si è alzato sempre col cazzo scappellato e minacciandoci ci ha obbligato ha fare un 69 mentre lui seduto accanto a noi ci guardava. Io ciucciavo il cazzo a mio marito e lui sopra di me mi slinguava la fica un vero lago di sbroda, sono venuta godendo per la situazione. Ad un certo punto ad Andrea gli è venuto lo stimolo di Andare in bagno, fa per alzarsi, la Luigi lo blocca e dice fai quello che devi fare addoddo a questa vacca, lui fa per reagire, ma Luigi minaccioso lo blocca, a quel punto mi ritrovo il culo di Andrea sopra la mia faccia, Luigi mi dice di mettergli un dito in culo, io esito, poi lo faccio...Andrea dice noooo....e mentre lo inculo con l'indice della mano destra, sento qualcosa, toldo il dito e cazzo mi sta cacando in faccia....esce uno stronzo che mi cade sul viso, cerco di spostarmi, ma non posso...Andrea eccitatissimo continua a cacare altro stronzo e ancora un altro..fortunatamente sono duri, ma la puzza è schifosissima, Andrea liberato...gode e mi schizza addosso dandomi della maiala zozza...a quel punto .Luigi mi prende con forza mi toglie da sotto mio marito e mi fa sdraiare a terra su un tappetino , mi allarga le gambe, io ormai sporca di sperma e merda cerco di ripulirmi, ma lui mi blocca, mi sale sopra e mi penetra fino alle palle, con molta facilità anche se grosso a causa della fica bagnatissima, mentre mi scopa mi lecca il viso, io godo sempre di più...Andrea sul letto guarda e sta zitto, dopo qualche secondo, lui si blocca col cazzo tutto dentro, io sento la sua grossezza, poi guardandomi negli occhi e schiacciandomi col suo pancione sudato e peloso, mi chiede se puoi venire dentro, io a quel tempo non prendevo niente, gli dico che era meglio di no anche se a giorni mi sarebbero venute le mestruazioni, lui sorride e spingendo ancora di più, viene schizzandomi nella fica, sento le vibrazioni della cappellona e gli schizzi, cazzo penso godo, ma speriamo bene, poi esausto e offendendomi si accascia su di me. Io cerco di spostarlo perchè la sua mole mi soffoca, e lo sposto di lato. Cerco di alzarmi, ma lui ancora in forze si alza obbligandomi a stare a terra, mi viene in piedi sopra a gambe larghe e il suo cazzo gocciolante mi bagna ancora il corpo, poi se lo prende e dopo averlo scrollato un pò, mi piscia in viso, io rimango di sasso, poi sento la sua piscia calda addosso e anche senza volere la bevo, fa schifo, sa anche di sbroda, lui pisciando con aria soddisfatta mi guarda e dopo eeserselo sgocciolato bel bene, si rigira si abbassa su di me e mi schiaffa il suo culone sul viso, e mi obbliga a leccarlo, io non potendo oppormi con disgusto lo faccio, poi mi scureggia in faccia, cazzo che puzza, poi vedo il suo buco di culo allargarsi, cazzo penso..noooooooo...ed all'improvviso un enorme stronzo esce e mi cade sulla faccia, io mi giro dall'altra parte, ma lui continua ed alla fine gli stronzi sono due. Poi si alza, io in terra, mi alzo e mi tolgo la merda dal viso con uno straccio che era li vicino, lui soddisfatto mi guarda sporca di tutto, sbroda, piscia, merda, aperta davanti a lui. Poi rivolto a mio marito, lo fa alzare e prendendolo per il cazzo che nel frattempo era mezzo duro, gli dice ora pisciale anche tu addosso, lui estasiato, mi viene sopra in piedi e mi piscia addosso, dicendomi bevi troia, io bevo e godo da vera maiala. Dopo mi alzo e mentre loro sono sul letto, vado in bagno a lavarmi bene specialmente la fica che cola ancora di sbroda del vecchio, mettendomi bene le dita dentro per ripulirla il più possibile, non volevo che quel maiale mi avesse messo incinta. Anche se la cosa mi eccitava. Poi dopo qualche minuto esco ed in camera c'era solo andrea il quale andando in bagno, mi dice che Luigi ero andato a lavarsi di sopra nel suo bagno e che poi si sarebbe rifatto vivo. Ed infatti si rifece vivo, ma questa è un'altra storia. A proposito dopo tre giorni ho avuto le mestruazioni e tutto è filato liscio.

Non si sa mai se qualcuno vuole sapere quello che è successo in seguito durante quella vacanza se ne può parlare. Magari scambiandosi pareri ed avventure successe in seguito. Perchè noi abbiamo avuto altre trasgressioni alcune delle quali pubblicate sul sito.

CIAO




ASCOLTA E RACCONTA STORIA DAL VIVO

1 2 3 4 5
Vota questo racconto!     Insufficente
Eccellente    



Racconti più letti nella categoria Feticismo

Desiderio morboso di mia zia
Le calze di mia suocera
Quando rientravo dalla palestra
Le pulizie
Sogni a righe.Confessioni di un feticista dei piedi.Episodio 1
Il latte di Charlotte (parte 1)
scopata extrema

Ultimi racconti nella categoria Feticismo



Io e C.
I piedi del mio amico cinese (2a parte)
I piedi del mio amico cinese
Lui si eccita mentre mi bacio i piedi
Esperimento Fetish
Il pervertito della stanza accanto (saliva sui miei piedi)
scopata extrema


    Racconto a Caso
Autore : Seeker
Ma soprattutto sentii i suoi seni. I suoi grandi, enormi seni gonfi di latte. Mi sfuggì un gemito di piacere.

    Pubblicità

    Statistiche
» Totale Racconti
1373
» Totale Autori
2170

Top   

Copyright 2016 - confessioniporno.com. Tutti i diritti riservati.
Questo sito è vietato ai minori di anni 18

Termini e Condizioni