Benvenuto !
Entra o Iscriviti gratuitamente.


Home | Archivi | Scrivi Racconti | I Più Votati | I Più Letti | Ricerca Avanzata | Contattaci/Segnalazioni Abusi | Racconti e Storie Dal Vivo

    Categorie Racconti Erotici
» Autoerotismo
» Bisex
» Confessioni
» Cuckold
» Dominazione
» Esibizionismo
» Etero
» Feticismo
» Gay
» Incesto
» Lesbo
» Orgie/Gang Bang
» Prima Volta
» Scambio Coppia
» Tradimenti
» Travestirsi

  I migliori video porno gratis

titoli descrizione    ricerca avanzata



Pubblicato : 24-04-2012 | Autore : marco.1956
Categoria : Tradimenti | Totale Visualizzazioni : 6399 | Votazione :


  
marco.1956
incesto

Continuammo a vederci e a scopare due/tre volte alla settimana; usavo un pò di prudenza nell'andare a trovarla: orari liberi dalle sue clienti bisognose dei suoi lavori di parrucchiera e di estetista, posteggiavo distante da casa sua per non insospettire i vicini... e via discorrendo. Questa mia prudenza però non piaceva ad Anna, era il suo nome, perchè le dava la sensazione che io volessi solo divertirmi senza complicazioni: ed era la verità.
Durante un incontro pomeridiano dei soliti a casa sua, nella fase dei preliminari Anna mi anticipò che non ci potevamo vedere il giorno successivo perchè aveva una nuova cliente importante; mi tenne un pò sulle spine tacendo chi fosse, poi  proprio mentre ero già bene in tiro per il suo solito splendido modo di scopare, per le sue tette e il suo culo mi confidò di avere incontrato al   supermercato mia moglie, di averla trovata un pò dimessa  e di averle consigliato di cambiare pettinatura.
"Verrà a trovarmi domani pomeriggio a questo stesso orario" concluse.
"E del solito parrucchiere ?" le chiesi; "l'ho convinta a cambiare e a provare con me, ho modi e mode più moderni e sicuramente ne sarà soddisfatta; poi ti farò sapere".
Ci incontrammo dopo qualche giorno ed ero molto curioso di sapere come era andata; ero anche preoccupato che si facesse scappare qualche parola che poteva rivelare i nostri incontri.
Mi rassicurò che non era questa la sua intenzione, anche perchè avrebbe danneggiato soprattutto se stessa. Avevo già visto l'effetto della nuova acconciatura su mia moglie: era molto sbarazzina e le dava un'età minore di quella che aveva; un leggero trucco mai provato prima la rendeva anche più desiderabile. Scopammo ancora, ma la nostra conversazione era distratta dal fatto che mia moglie tornava sempre nei nostri discorsi. Anzi mi anticipò che l'indomani sarebbe tornata da lei perchè ne era contenta e forse l'avrebbe convinta anche ad operazioni estetiche più intime.
Mi rifiutai di credere che l'avrebbe convinta: conoscevo bene mia moglie, o credevo di conoscerla, perchè Anna mi sfidò sicura di sè e mi invitò a venire da lei mezz'ora prima di mia moglie. Mi mostrò un ripostiglio accanto alla camera dove svolgeva l'attività di estetista e di depilazione; nel ripostiglio per dare più luce aveva creato sulla parete confinante con la sala da estetista un vetro che era specchio dall'altra parte.
"Tu potrai stare nel ripostiglio, in silenzio e al buio e potrai vedere bene cosa sarò in grado di fare a tua moglie" mi disse con un sorriso molto malizioso. Non  ne ero molto convinto, ma la curiosità era superiore alla paura.
Alle tre del pomeriggio ero già a casa di Anna; ero andato praticamente a piedi per non lasciare traccia della mia presenza, quando lei bussò, Anna mi fece entrare nel ripostiglio dove teneva creme, shampoo, gel e arnesi da lavoro vari e mi raccomandò di stare in silenzio, fermo e soprattutto al buio.
Vidi entrare mia moglie nella saletta, si scambiarono un affettuoso bacio sulle guance; Anna le tenne per un attimo le mani tra le sue complimentandosi per i miglioramenti del suo look. Poi la fece spogliare interamente nuda e distendere sul lettino.
Anna si pose dalla parte opposta alla parete dietro alla quale ero io per consentirmi di vedere meglio: la spalmò di creme e la massaggiò molto lentamente dalle caviglie su su sulle gambe e sulle cosce; strinse i  glutei di mia moglie con le sue grandi mani e li palpeggiò e massaggiò con insistenza e delicatezza.
Mia moglie sembrava gradire: era immobile salvo leggeri movimenti delle gambe che assecondavano le carezze di Anna.
La stessa delicatezza usò sulla schiena e sulle spalle, oltre che sulla nuca e le braccia.
Si chinò sulle orecchie e le disse qualcosa: ebbi quasi paura. Invece vidi che mia moglie si girò su se stessa, si distese supina offrendo la vista della sua nudità totale con estrema naturalezza ad Anna e a me, a cui si era mostrata da qualche tempo con il contagocce.
Anna riprese i massaggi sul davanti; stavolta le reazioni di mia moglie furono più facilmente percettibili. Il suo corpo cominciò ad agitarsi di lenti movimenti sinuosi e irrefrenabili: sembrava palesemente godere e questo era molto strano perchè non aveva mai mostrato tendenze lesbiche. Ma forse Anna ci sapeva fare meglio di me !
Quando il suo corpo divenne preda del piacere che le donavano le mani di Anna, lei iniziò ad approfittarne con lunghe insinuazioni delle sue dita nella fica: ormai le gambe di mia moglie erano in continua tensione.
Improvvisamente Anna si allontanò dal lettino dove giaceva non ancora sazia mia moglie, si spogliò velocemente e fu anche lei completamente nuda, le strofinò le sue calde tette sulle sue, le baciò e succhiò i capezzoli e chinandosi verso il pube introdusse la lingua vorticosa dentro la fica fradicia di umori di mia moglie che intanto le teneva le mani sulla testa perchè non si allontanasse e le procurasse ancora più piacere.
Se non l'avessi visto con i miei occhi non avrei creduto al comportamneto di mia moglie; poi Anna si liberò dalla stretta di mia moglie e parlarono per un pò, poi riprese a spalmarle della crema ai lati della fica, tirò fuori delle cerette, una alla volta da un tavolino accanto e le aplmò ancora calde sul pube di mia moglie. Poi le staccava delicatamente e a qualche debole lamento di mia moglie, la consolava con teneri e sensuali baci sulle labbra.
Smise solo dopo aver controllato che tutta la zona era stata pulita; la massaggiò ancora con altre creme che lenivano il piccolo dolore e la baciò definitivamente sulla fica complimentandosi a voce alta per il coraggio e la piena disponibilità.
Scendendo dal lettino mia moglie sembrava non avere fretta di vestirsi: osservava il corpo di Anna che mostrò di apprezzare con altre rinnovate carezze anche intime, le confidò tutta la sua invidia. Ma Anna la rassicurò dicendo che lei non era da meno anche se aveva qualche anno di più; doveva solo imparare a sfruttare meglio il suo corpo e a renderlo più appetibile per il marito e ... per gli altri.. se ne aveva voglia.
Trasalii, Anna stava forse vendicandosi di me che non avevo mostrato intenzioni serie verso di lei ? oppure semplicemente voleva trasformarla in un'amante perfetta per me di cui voleva liberarsi.
Non ero sicuro di niente, ma il gioco mi aveva molto coinvolto ed eccitato. Quando mia moglie dopo mille complimenti reciproco e baci sensuali se ne fu andata, io mi trovai con un cazzo durissimo in mano e una gran voglia che Anna subbito soddisfece con una scopata pazzesca. mi fece accomodare nudo e supino sullo stesso lettino dov'era stata mia moglie.
Si impalò sopra il mio attrezzo di carne dura, mi impose si restare totalmente immobile, mi cavalcò e dietro l'apparenza della sua imponente immobilità agitò con contrazioni sempre più forti la sua vagina a risucchiare il mio cazzo che trattenni da uno sfogo troppo veloce e solo dopo diverse cariche delle sue reni e contrazioni della sua vagina sborrai una doppia razione di sperma nella sua caldissima fica, già bagnata degli umori provocati dal gioco lesbico con mia moglie.
Tornato a casa oservai attentamente mia moglie per scoprire qualcosa di più: ma niente, neppure un accenno anche quando la provocai chiedendole cosa aveva fatto nel pomeriggio. Nessun accenno alla sua "visita" dall'estetista. 
Ma mia moglie non era più la stessa ... e lo avrei scoperto ancora di più nelle settimane successive.... 
 



ASCOLTA E RACCONTA STORIA DAL VIVO

1 2 3 4 5
Vota questo racconto!     Insufficente
Eccellente    



Racconti più letti nella categoria Tradimenti

Mia Cognata
una vicina di casa troppo curiosa
In Ufficio
l'isospettabile suocera
Tradimento al mare
Il vicino di casa
Simona

Ultimi racconti nella categoria Tradimenti



una consegna incredibile
Ancora corna per mia moglie
Una serata rovente 3
una serata rovente 2
Una serata rovente
Un dottore fantastico prima parte
il maiale parte nona


    Racconto a Caso
Autore : givon
dopo anni scopri che la porno-supplente dei tuoi sogni è ancora bella soda e più porca di quello che pensavi

    Pubblicità

    Statistiche
» Totale Racconti
1405
» Totale Autori
6576

Top   

Copyright 2016 - confessioniporno.com. Tutti i diritti riservati.
Questo sito è vietato ai minori di anni 18

Termini e Condizioni