Benvenuto !
Entra o Iscriviti gratuitamente.


Home | Archivi | Scrivi Racconti | I Più Votati | I Più Letti | Ricerca Avanzata | Contattaci/Segnalazioni Abusi | Racconti e Storie Dal Vivo

    Categorie Racconti Erotici
» Autoerotismo
» Bisex
» Confessioni
» Cuckold
» Dominazione
» Esibizionismo
» Etero
» Feticismo
» Gay
» Incesto
» Lesbo
» Orgie/Gang Bang
» Prima Volta
» Scambio Coppia
» Tradimenti
» Travestirsi

  I migliori video porno gratis

titoli descrizione    ricerca avanzata



Pubblicato : 03-11-2010 | Autore : francisco69
Categoria : Gay | Totale Visualizzazioni : 20043 | Votazione :


  
francisco69
Sono un 50 enne a cui piace scrivere racconti erotici.

Un massaggio rilassante

(Genere Gay)

 

 

 

Una sera rientrando dal lavoro dopo una settimana stressante, decido che è arrivato il momento di fare dei massaggi per rilassarmi e ricaricare le energie.

Dopo una accurata ricerca, trovo un massaggiatore vicino alla zona dove abito, lo interpello telefonicamente spiegandogli il mio problema, lui mi consiglia di fare un massaggio rilassante e mi spiega come viene eseguito, inoltre mi fa presente che il ciclo e composto di cinque massaggi da eseguirsi una volta alla settimana, la cosa mi va bene, cosi concordiamo la data, l’ora di inizio e il costo dei massaggi.

Il giorno e all’orario concordato mi presento nel suo studio, lui mi apre mi saluta e mi fa accomodare, e un ragazzo sui 35 anni alto circa m.1.80 e fisicamente ben messo. Mi fa spogliare completamente nudo e mi fa sdraiare sul lettino, dove lui inizia a massaggiarmi con molta delicatezza su tutto il corpo.

Il tutto va avanti per un’ora, quando finisce mi dice che posso rivestirmi, mentre io gli faccio i complimenti dicendo che mi sento già meglio e lui replica dicendomi che più vanno avanti e migliore saranno i benefici, cosi lo saluto in attesa di rivederci alla prossima seduta.

La seconda seduta e la terza seduta, procedono normalmente, mentre io sento già i benefici di questi tre massaggi. Il giorno della quarta seduta, mi presento puntualmente come sempre, lui mi apre mi saluta e mi fa accomodare nello studio, io come sempre mi spoglio completamente nudo e mi distendo a pancia in giù sul lettino appoggiando la testa sulle mie mani. Lui si posiziona davanti a me e inizia come sempre a massaggiarmi, iniziando dalle spalle e mentre si muove per effettuare il suo lavoro sento il suo cazzo appoggiarsi ritmicamente sulle mie mani. La cosa all’inizio mi da un certo fastidio, mentre lui continua la cosa inizia a farmi un certo effetto cosi lo lascio andare avanti.

Finito con le spalle inizia dalle gambe risalendo sulle cosce, a quel punto inizia a massaggiarmi in mezzo alle gambe facendomi venire una certa eccitazione, arriva sui glutei e con le mani si intrufola in mezzo al solco e passando parecchie volte sul buchetto.

Ad un certo punto mi fa girare a pancia in su, ed inizia una volta posizionato davanti alla mia faccia a massaggiare sul petto, mentre lui fa questo tipo di lavoro ogni tanto risento il suo cazzo bello duro appoggiarsi sempre sulla faccia, inizio ad avere un certo imbarazzo, lui inizia a lavorare sulle gambe e risalendo inizia a massaggiare intorno al mio cazzo, a quel punto anch’io sono preda dell’eccitazione perché sento che inizia ad ingrossarsi, lui lo prende in mano ed inizia a segarmi, io non capisco più niente sono al massimo dell’eccitazione, lui questo lo capisce, e cosi lo prende in bocca iniziando un pompino magistrale, io sono in preda ad un grande piacere, lui a questo punto sfila il suo cazzo e me lo mette in mano, un cazzo stupendo lungo circa 23 cm che io ho iniziato a segare con immenso piacere, mentre lui mi diceva “ dai fammi godere anche tu”.

Preso da un’eccitazione tremenda, mi giro a pancia in giù e lo faccio mettere davanti a me per prendere quel bel cazzo tutto nella mia bocca, lui mi dice “lo vedi sei una bella troietta”, e cosi incitandomi continuo, fino a farlo venire in bocca con dei getti che mi tolgono il respiro, ma che  mi fanno avere un orgasmo indescrivibile che non avevo mai provato fino ad oggi. Finito, mi rivesto e lui mi da appuntamento per la prossima seduta dicendomi, “preparati bene, perché vedrai come sarà bello. Mentre torno verso casa, continuo a ripensare a quanto accaduto, e la cosa strana e che provo un’eccitazione tremenda nel rapporto avuto con un altro uomo. Il giorno dell’ultima seduta, pensavo a quello che mi aveva detto, “vedrai come sarà bello” perciò ero molto curioso e felice di scoprirlo. Arrivo allo studio, entro e mi spoglio come al solito, mi sdraio sul lettino, lui arriva dopo un po’ e mi accorgo che è completamente nudo, con il suo bel cazzo già in tiro, inizia a giocare con il mio cazzo facendomi arrapare immediatamente.

Lo sega e poi lo prende in bocca dove inizia a spompinarmi, io non capisco più niente sono completamente in preda a lui. Ad un certo punto mi fa girare iniziando a baciarmi, poi scese e cominciò a leccarmi il torace, mi solleticò i capezzoli, il collo, poi riprese a baciarmi, io aprii la bocca per farmi entrare la sua lingua, poi scese lentamente fino ad arrivare al culo dove iniziò a leccare il mio bucchetto vergine, aveva già capito che ero pronto per lui, mi appoggiò il suo uccello all'imbocco del mio culo e con una lieve pressione fu dentro tutto, io lanciai un’urlo di dolore ma nello stesso tempo iniziai a sentire una voglia pazzesca di questo suo cazzo stupendo, lui sorrise compiaciuto e poi mi disse " il tuo culo è stupendo ed io lo allargherò facendoti impazzire ", "io risposi si prendimi, voglio essere tuo, ti prego, scopami, prendimi, prendimi, voglio essere tuo", "amico mio, che dolce che sei, tu sei la mia femmina, la mia troietta ed ora ti accontento,  sarai mio", continuo a scoparmi, alternava ritmi veloci a lunghi affondi, sembrava in quei momenti che volesse entrarmi dentro con tutto il corpo, poi prese un ritmo veloce e costante, io con le gambe lo stringevo a me, volevo che rimanesse così per tutta la serata, mi sentivo bene con lui dentro di me, ad un tratto dopo circa 10 minuti che mi scopava sentii che perdeva il ritmo, sentii il suo uccello gonfiarsi dentro di me e poi subito dopo mi sborrò dentro una quantità inverosimile di sborra bella calda, uscito dal mio culo prese in bocca il mio cazzo e inizio a sponpinarmi, dicendomi “adesso ti faccio godere anch’io” cosi facendo ho raggiunto il massimo piacere scaricandogli in bocca tutta la mia sborra mentre raggiungevo un orgasmo mai provato fino ad ora.

Questi massaggi, mi hanno fatto rinascere fisicamente, ma sessualmente e stato qualcosa di indimenticabile. Siamo diventati amici e questi massaggi continuiamo a farli sempre con grande piacere, dopo avere scoperto quanto e bello scopare con un altro uomo.  

 




ASCOLTA E RACCONTA STORIA DAL VIVO

1 2 3 4 5
Vota questo racconto!     Insufficente
Eccellente    



Racconti più letti nella categoria Gay

fermato dalla polizia
nipote timido
finalmente pentrato da quel grosso cazzo!
una sera dal capo
Curiosità
l'uomo nero
un massaggio rilassante

Ultimi racconti nella categoria Gay



i senegalesi
doveva essere una vacanza 2
doveva essere una vacanza
Dai 20anni in poi.....
Mario
L'infermiere
Sesso gay dopo serata buca


    Racconto a Caso
Autore : trottolino
1° Racconto di una saga adolescenziale....

    Pubblicità

    Statistiche
» Totale Racconti
1405
» Totale Autori
6576

Top   

Copyright 2016 - confessioniporno.com. Tutti i diritti riservati.
Questo sito è vietato ai minori di anni 18

Termini e Condizioni