Benvenuto !
Entra o Iscriviti gratuitamente.


Home | Archivi | Scrivi Racconti | I Più Votati | I Più Letti | Ricerca Avanzata | Contattaci/Segnalazioni Abusi | Racconti e Storie Dal Vivo

    Categorie Racconti Erotici
» Autoerotismo
» Bisex
» Confessioni
» Cuckold
» Dominazione
» Esibizionismo
» Etero
» Feticismo
» Gay
» Incesto
» Lesbo
» Orgie/Gang Bang
» Prima Volta
» Scambio Coppia
» Tradimenti
» Travestirsi

  I migliori video porno gratis

titoli descrizione    ricerca avanzata



Pubblicato : 31-01-2014 | Autore : xxxxx
Categoria : Etero | Totale Visualizzazioni : 1634 | Votazione :


  
xxxxx

dopo alcuni mesi vennero a cena dei miei amici, una coppia marito e moglie, anzi era una coppia scoppiata, stavano per divorziare, lei non aveva più voglia di fare sesso con lui, e lui per soddisfare le sue voglie passava da un amante all'altra ed era stato scoperto dalla moglie, così la serata passò da una mezza discussione all'altra fino a che per cercere un cavatappi, aprii il cassetto dove c'era il vibro che mi aveva dato il mio amico, entrambi maliziosi mi chiesero cosa ci potessi fare con un oggetto del genere in casa, e il marito "sei per caso passato all'altra sponda?" io "no, no, ma che dici" allora lui incalzò "allora ti diverti a fare dei giochi strani con le tu conquiste" era giusto spiegare per togliere certi pensieri strani che avevano in testa i miei due amici e dissi "guardate me l'ha regalato un mio amico, l'ha creato lui, quindi è un prototipo e non è ancora sul mercato" e il mio amico incuriosito chiese "e cosa ci sarebbe di diverso dagli altri in questo fallo finto?" io "mha secondo lui basterebbe passarlo superificialmente in certe parti del corpo in un donna per eccitarla e farle venire desiderio di fare sesso" e il mio amico impaziente chiese "e funziona?" io quasi vergognandomi risposi "non lo so, non l'ho mai provato, lo stesso giorno che me l'ha regalato l'ho messo nel cassetto e non l'ho mai tirato fuori prima di questa non l'ho più proprio guardato" il mio amico "che sciocco" io "hai ragione" lui "perchè non lo proviamo?" per quella frase detta davanti a sua moglie mi vergognai per lui, sua moglie indispettita esclamò "ecco bravi perchè non lo provate con qualche vostra donnina che vi portate a letto" ecco la litigata era stata servita su un piatto d'argento, ma il marito con la sua calma ci prese completmente in contropiede e disse "ma no..ma no cosa avete capito, ho detto perchè non lo proviamo, inteso subito" non avevo capito cosa volesse dire in che senso subito? anche la moglie non aveva capito il senso della frase "subito? che chiamate due o tre donnine subito? qui davanti a me senza pudore?" il marito con calma "nooo...subito intendo adesso in questo momento su di te" a quella sua affermazione rimasi completamente a bocca aperta, voleva provare il vibro su sua moglie? la moglie indispettita esclamò "ma tu sei diventato matto? adesso vuoi che qui davanti a vuoi due mi metta a gambe spalancate e m'infili quel vibromassaggiatore dentro?" il marito, spiegò alla donna "calma, non è così, lui ha detto che basta passarlo su certe parti del corpo e la donna più frigida del mondo si eccita, le si accende il desiderio" poi rivolto a me disse "giusto? non mi sono sbagliato?" io "no, no da quel che mi ha spiegato il mio amico è proprio così" e lui "ah bene, vedi non devi denudarti allargare le gambeo altro" la moglie stizzita "quindi adesso sono diventata la donna più frigida del mondo perchè io e te non lo facciamo più, che stronzo" il marito con calma la incalzò "quindi ti va di provare?" la donna quasi in sfida disse "ok..ok..proviamo...proviamo..però dentro non me lo infilo" poi mi domandò "e dove andrebbe passato o appoggiato?" io "bhè penso basti appoggiarlo sulla bocca, sui seni e tra le gambe" lei "solo appoggiarlo, niente di più" il marito sorridendo "e se ti ecciti e poi lo vuoi dentro?" lei "dubito che accada una cosa del genere" e il marito "metti caso che accadesse, se lo vuoi dentro" lei "se caso mai dovesse accadere, conoscendovi non penso che vi tiriate indietro" poi aggiunse "accetto a una condizione" il marito "quale?" lei "quel coso lì, si insomma il fallo finto lo usa lui, solo lui tu non potrai usarlo" accidenti aveva dato un bel divieto al marito, lo detesteva parecchio,per dargli un divieto del genere, il marito "per me non ci sono problemi" era venuto il momento di usare e provare le qualità del vibro, e provarlo con quella donna era un vero e proprio bel test, così lo presi in mano lo accesi, e inziai a passarlo sulle labbra carnose della donna, lo strusciai sopra come se con le vibrazioni dovessi massaggiare quelle bellissime labbra, la donna aveva una bocca magnifica e non solo, poi con la punta del vibro simulai un piccola penetrazione orale, la donna sochiuse le labbra e diede una piccola leccata a quella finta cappella, il marito assisteva alla scena in silenzio, diede anche qualche piccolo bacio su quella cappella finta, la donna sembrava eccitarsi, lentamente le feci scivolare il vibro sul collo fino a scendere sui seni, le massaggiai i capezzoli, guardando da come iniziarono a puntarle la camicetta le si erano induriti, pareva che quel vibro funzionava veramente, la donna rimaneva con gli occhi socchiusi e si godeva quel massaggio erotico/eccitante, così scesi sul suo basso ventre le misi il vibro tra le cosce, lei le allargò un pò per farmi salire sul suo basso ventre e sottovoce disse "non fare scherzi strani" io le sussurrai "tranquilla nessuna cosa che tu non vorrai" lei "bene, bravo, allora continua" allargò di più le gambe e mi fece salire fino al suo basso ventre, per fortuna la signora indossava un tailleur e la gonna era abbastanza corta quasi una mini, con il vibro raggiunsi le mutandine e inziai ad accarezzarle la figa da sopra le mutandine, la donna stava iniziando a perdere la testa "mmhh...mmhhh...." e io "ti piace?" lei "oohhh...siiii.....è magnificooo...scosta le mutandine..." io "sicura?" lei "ooohhh...siiii...sicurissima..ti prego..falloooo..." scostai le puntandine e il vibro potè accarezzare direttamente la sorca della signora e lei "mmmhhh...mmhhhh....mio dio che voglia che mi ha fatto venire....ti prego spingilo dentro...mettilo dentro...non resistoooo" le spinsi dolcemente quel fallo finto nella fregna, la donna si era talmente eccitata che la figa era bagnatissima, quando sentì il vibro ben infilato nella sorca disse "muovilo adesso...dai muovilo, scopami con quel coso" iniziai a fare ciò che la mia amica vi aveva ordinato" il marito non poteva credere a quello che vedeva, sua moglia così infoiata che si stava facendo masturbare davanti al marito, lui era un pò che aveva il sangue alla testa, non seppe resistere e cercò di approfittare della situazione, si slacciò i pantaloni, tirò fuori l'uccello, era completamente in tiro, si avvicinò alla moglie, la prese per i capelli, lei sentendosi strattonare in quel modo i suoi bei capelli lunghi sbarrò gli occhi e vide il marito con il cazzo duro a pochi centimetri da lei, che reclamava un pompino, la donna esclamò "ahhh...che porco..non aspettavi altro" e lui con una lucidità disarmante disse "zitta troia succhiami il cazzo" la donna era talmente eccita che non rifiutò di spompinare il marito, si lasciò scivolare in gola il cazzo e cominciò a succhiare come una forsennata il marito "aahh..si...siiiiiiiii...così bravaaaa...mmmhhh.....che bello....mmhhh come succhi bene..." e il marito rivolto a me disse "dai tira fuori quel tuo bel cazzone e scopala" io "cosa?" il marito "si dai scopala non vedi che non aspetta altro di sentire nella fregna un bel cazzo di carne" lei si staccò un attimo e confermò quanto aveva detto il marito "si..si..fai come ha detto lui" dette quelle parole la donna si riprese in bocca il cazzo del marito e ripre a succhiarlo come una indemoniata, tirai fuori il cazzo dai pantaloni la donna con la coda dell'occhio osservò il mio uccello per constatare se il marito con la parola cazzone non avesse esagerato, ma non aveva esagerato perchè tra le gambe sono messo molto bene, ho un cazzo molto grosso e molto lungo cos' tolsi il vibro da quella fregna bagnata e lo sostituì con il mio tronco di carne, la donna durante quella breve penetrazione ebbe un sussultò, una volta entrato iniziai a fotterla selvaggiamente lei lanciava dei mugolii strozzati visto che il cazzo che aveva in bocca le impediva di farli più forti, il marito vedendo la moglie che si lasciava fottere in quel modo non riuscì a resistere a lungo e per l'eccitazione sborrò dopo pochi minuti, le schizzò in gola "mmmhhh...mmhhh...vengoooooo" tenne il cazzo ben piantato nella gola della moglie obbligondola a bere il suo sperma, la donna deglutì il seme che il marito le riversava in bocca e il marito "siiiiiiiiiii.....cosììììììììììì..bevi...bevi tutto....mmmhhh...che bocchinaraaa" quando finì quel pompino con ingoio il marito si ritrasse a prendere fiato e far riposare il cazzo, adesso che la donna non avevap iù la bocca impegnata poteva mugolare più liberamente "mmmhhh...mmhhh...mio dio che cazzone...mmhh...che cazzo magnifico...ooohh...siiiii...sbattimi....mmmhhhh..." le facevo arrivare certe silurate nella figa che la donna sobbalzava per la violenza dei colpi, mi aggrappai ai suoi seni per muovermi ancora più velocemente, i seni della donna erano abbastanza grossi e nonostante i suoi 50 anni appena compiuti erano ancora belli sodi, la donna dovette arrendersi a quelle raffiche che le arrivavano di continuo nella fregna, stava raggiungendo l'orgasmo, iniziò a irrigidirsi a contorcersi a mugolare ancora più forte e quasi urlò "mmmhh...vengoo..vengoooo...mio dio vengoooooooooo.....ooohhh...siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii" il marito vedendola godere in quel modo disse divertito "aahhhh...come gode....se lo gusta come una cagna in calore" io imperterrito continuavo a tampinarle la figa poi il marito disse "falla venire su di te" visto che la donna era a pecorina, mi sedetti sul divano e la feci mettere a smorzacandela sopra di me, la signora sentendo il cazzo che le entrava dal basso verso l'altro ululò di piacere "mmmhhh.....che bello...che belloooooo" avevo il viso della donna di fronte a me e potevo godermi tutte le smorfie di piacere che faceva, con le mani iniziai a strizzarle le chiappe, poi i seni, intanto la donna ballava sul mio bastone di carne e ansimante disse "mmmmmhhh...quanto ci metti a venire....mio dio quanto duri" i glutei erano belli sodi, la donna si teneva in allenamento in palestra, li mollai e ripresi a torturarle i seni, con le mani e con la bocca, le succhiavo i capezzoli, li mordicchiavo, lei "mmmh...cosììì..siiiii...bravooooooo" inanto il marito prese la palla al balzo accese il vibro e inziò a passarglielo in mezzo alle chiappe, la donna eccitatissima disse al marito "sei un porco..sei un porco..lo so cosa vuoi farmi questa sera" e lui "questa sera ti sfondo il culo" e lei eccitatissima "oohhh...siiii...sfondamelo..non vedo l'ora che mi entri dentro" il marito non perse tempo mollò il vibro appoggiò la cappella gonfia sull'orifizio della moglie e comicniò a spingere con forza lei "ah..ahh...fai piano sono stretta lì dietro" lui "zitta troia" il buchino della signora finalmente cedette il passo al cazzo dell'uomo di dilatò quanto bastava per far entrare la stanga del marito e il marito con aria da vincitore disse "ooohh...siiiii...entra...entra finalmente..finalmenteeeee" lei "uuuhhhh.....uuhhh...com'è grossooooo...mmmmmhhhhhhh bruciaaaaa.....dio com'è duroooo" lui "finalmente sono riuscito a sbatterti il cazzo nel culo" cavoli la donna era ancora vergine lì dietro, e adesso finalmente il mio amico era riuscito a incularsi la moglie, iniziò prima a pistonarla lentamente poi più velocemente la donna con due cazzi che contemporanemante le pistonavano entrambi i buchi si contorceva dal piacere, la dona non ne poteva più stava per venire un'altra volta "aahh...aahhh...siete tremendiiii...siete dei maialiii....mmhhhh..che bellooooo" il marito "ha parlato la santarellina che ha due cazzi ben piantati nei suoi buchi" la donna "aahhh...uuuhhhh....zitti...zitto..non parlare.....aaahhhh...vengoooooooo...vengoooooooooo" la porcona era talmente eccitata che mi lavò il cazzo con la sua sbroda, il marito vedendola e sentendola agitare e godere le andò dietro e sborrò le fece un bel clistere di sperma caldo, ansimante tolse l'uccello da quel buco stretto e disse "se non ti fa schifo perchè non entri anche tu lì dietro?" la donna ansimante ed esasuta per quella inteminabile galoppata esclamò "sei pazzo? vuoi che mi sfondi con quel suo coso?" il marito "dai che non vedi l'ora che te lo metta nel culo" lei "sei un porco..sei un porco" il marito "dai inculala" lei "ti prego fai piano con quel coso, anche se non so se riesci ad entrare" mi avvicinai la misi a pecorina, appoggiai l mio cappellone gonfio nel suo buchino stretto e iniziai a pingere con forza, il suo buchino si dilatò ma non abbastanza lei "non entra..non entra è troppo stretto per il tuo coso" il marito "dai spingi..spingi sfondale il culo" presi una breve rincorsa e spinsi con più forza il suo buchino fu costretto ad allargarsi parecchio e farmi entrare e la donna ululò dal male "uuuhh...uhhh........che maleeeee........" il cazzo cominciò a scivolarle dentro aiutato dallo sperma del marito che la donna aveva nel culo, e faceva da lubrificante, le pareti stretto del culo aderivano contro il mio uccello come se lo strozzassero, spinsi con forza fino a che non le ebbi infilato completamente nel culo l'intera stanga la donna "uuhhh....com'è grossoooo...dio com'è duroooooo..aaaahhhhhh" finito di sbatterle il cazzo nel culo comicniai a muoverlo lentamente, iniziai a fotterla nel culo per la gioia del marito "ooohhh..siiii...bravo..le hai sfondato il culo...bravoooooooo...adesso fottila....falla urlare" la donna con il mio cazzone ben piantato nel culo si agitava tra mille tormenti dolore e piacere "mmmhhh...aahhh....mmmhhhh......fai in fretta non resisto...ti prego sbrigati a venire" decisi di accontentarla, accellerai il ritmo della scopata la inculavo selvaggiamente la donna gemeva, urlava si contorceva "uuhh...uuhhh..che botte..che botteeee..che botteee...." ero arrivato al limite, le diedi gli ultimi colpi di nerchia, furono molto violenti la donna sobbalzò strillò "aahhh...a.ahh.aahh..aaahhh......" poi senti lo sperma caldo riempirle il culo e la donna ansimante si calmò sapeva che presto le avrei tolto che palo dal posteriore in pochi secondi le riempii il culo di sborra, ma io continuavo a schizzare litri e litri di sperma, quindi la crema calda iniziò a uscirle dal buchino e a scivolarle lungo le cosce, lei "uuuhhh...quanta ne fai...sei terribile" finalmente quando finii di scaricarmi le palle, tolsi l'uccello dal suo pertugio la donna era esausta, si sdraiò sul divano ansimante, il marito al contrario che si era riposato era di nuovo per entrare in azione, le spalancò le gambe e adesso la voleva scopare nella figa, unico buco dove non era ancora entrato, la donna provò a protestare, ma il marito non le diede il tempo, le aveva già sbattuto il cazzo nella figa, la donna "aaahhhhh...sei un porco..sei un porcooooooooooooooooooooooo" a me non restava che sbatterle il cazzo in bocca e farmelo ciucciare, aveva ragione il mio amico, sua moglie era una magnifica pompinara, dopo quella scopata i due miei amici se ne tornarono a casa, poco dopo venni a sapere che divorziarono, ma dopo quel giorno i due maialoni ci presero gusto, ogni volta che avevano voglia di fare un pò di sesso sfrenato venivano a casa mia per scopare, assieme a me o a qualche mia o loro amica, la donna ci prese gusto a farsi ripassare da 2 cazzi contemporanemante, una volta all'insaputa del marito anzi ex marito ha preso 3 cazzi contemporaneamente sempre a casa mia, adesso che erano divorziati, quei due scopavano di più di quando erano marito e moglie, e lei accettava il ruolo della donna oggetto che si faceva fottere a piacimento dell'ex marito, strana la vita e le perversioni delle persone dopo quel giorno il vibro magico ho iniziato ad usarlo quasi abitualmente



ASCOLTA E RACCONTA STORIA DAL VIVO

1 2 3 4 5
Vota questo racconto!     Insufficente
Eccellente    



Racconti più letti nella categoria Etero

Paola e sua madre Graziella
La zia di mia moglie
La mamma del mio amico
Sodomizzata
esperienza eccitante
autostop
La madre del mio amico

Ultimi racconti nella categoria Etero



in attesa dal dentista
Una ragazzina cresciuta
Una consegna che difficilmente dimenticherò!
Una lontana parente
Una consegna indimenticabile
Il servizio di militare mi fu molto utile.
Un cappuccino molto apprezzato.


    Racconto a Caso
Autore : alessiapuledra
Essere donna in pubblico

    Pubblicità

    Statistiche
» Totale Racconti
1373
» Totale Autori
2170

Top   

Copyright 2016 - confessioniporno.com. Tutti i diritti riservati.
Questo sito è vietato ai minori di anni 18

Termini e Condizioni